Ex novo

"Operazione inedita in Italia", dice Brizzi. Che dirige Orlando, Bisio & Co. in una commedia corale sulla fine degli amori
30 Gennaio 2009
Ex novo
Il cast di Ex con Fulvio Lucisano@ Pietro Coccia

Fausto Brizzi è “moderatamente ottimista”. D’altra parte quando al terzo film hai a disposizione otto milioni di budget, piena libertà creativa, una colonna sonora “da urlo” (tanto per gradire, Buld me up buttercup dei The Foundations e Sex Bomb di Tom Jones più le nuove hit di Biagio Antonacci), 600 sale pronte ad accoglierti e attori come Silvio Orlando, Fabio De Luigi, Alessandro Gassman, Claudio Bisio, Nanci Brilly e altri nomi acchiappa-pubblico, c’è di che essere positivi. Ex – la nuova commedia romantica del regista e sceneggiatore romano, dal 6 febbraio in sala distribuito da 01 – è la storia di un successo annunciato. In sei atti. Tanti quanti gli affari di cuore che s’intrecciano nel film: ci sono Filippo (Vincenzo Salemme) e Caterina (Nancy Brilli) che stanno divorziando e litigano per “non” avere l’affidamento dei figli; Luca (Orlando) e Loredana (Carla Signoris) armati fino ai denti per la loro personale “guerra dei Roses”; il bizzarro triangolo tra due promessi sposi (Claudia Gerini e Gianmarco Tognazzi) e “don Flavio Insinna”, uno che prima di indossare la tonaca era un amatore da dieci e lode; lo sfortunato Sergio (Claudio Bisio) che passa in una notta dal ruolo di beato dongiovanni a quello di padre responsabile; i due fidanzatini Giulia (Cristiana Capotondi) e Marc (Malik Zidi) alle prese con le noie della famigerata storia a distanza (con immancabile sesso via chat); e infine il povero Paolo (Fabio De Luigi) costretto a subire le ritorsioni di un vecchio fidanzato focoso (Gassman). “Un’operazione rischiosa – la definisce Brizzi – che cerca una commistione di generi, la risata e la commozione, raccontando una vicenda inedita nel cinema italiano”. I riferimenti dell’autore di Notte prima degli esami sono altri: la commedia all’inglese alla Love Actually per intenderci, unita alla tradizionale vocazione al cabaret degli interpreti. E qualche elemento di novità: “Ho cercato di mescolare le carte assegnando a ciascuno degli attori un ruolo insolito: così ho ritrovato autentiche corde drammatiche in Claudio Bisio, mentre Silvio Orlando non era così divertente dai tempi di Ferie d’agosto“. L’attore napoletano confessa di essere stato “conquistato dalla sceneggiatura” e si augura “che il suo balletto sulle note di Sex Bomb venga dimenticato presto, per non compromettere una brillante carriera”. Per Insinna invece è la quarta volta da prete sul set, “più una da frate – precisa lui -. E’ ora di smetterla, mi sto inimicando un pò di conoscenti di Famiglia Cristiana“. Altro protagonista del film è il product placement: “Nessun problema. – dichiara Brizzi – sono abituato a conviverci sin dai tempi in cui scrivevo cinepanettoni. Proprio per questo lo prevediamo (oltre che dal regista lo script è firmato da Marco Martani e Massimiliano Bruno, ndr) già in sceneggiatura, per fare in modo che la pubblicità sia perfettamente aderente alla drammaturgia e non disturbi la visione”. Federica Lucisano, produttrice di Ex insieme al padre Fulvio, guarda il suo “campione” (d’incassi: più di trenta milioni guadagnati con i due precedenti film di Brizzi) e approva: “Dopo aver venduto il film in Francia – confessa – lo porteremo a Berlino, sperando di piazzarlo nel mercato internazionale”.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy