Enamorada in sala

"Un film bellissimo", parola di Martin Scorsese. Dall'8 aprile nelle nostre sale con Cineteca di Bologna il classico restaurato del messicano Emilio Fernández
Enamorada in sala

“Un film bellissimo, un classico del cinema messicano e mondiale, un tributo all’amore e alle difficoltà che si devono affrontare per raggiungerlo”. Porta la firma di Martin Scorsese il restauro di un capolavoro dimenticato del cinema messicano, Enamorada, diretto nel 1946 da Emilio Fernández, che arriva dall’8 aprile nelle sale italiane, grazie al progetto della Cineteca di Bologna Il Cinema Ritrovato. Al cinema per la distribuzione dei classici restaurati.

Presentato in anteprima lo scorso giugno alla 32ª edizione del festival Il Cinema Ritrovato, quando lo stesso Martin Scorsese presentò il film in Piazza Maggiore a Bologna, il restauro di Enamorada è realizzato da UCLA Film & Television Archive e The Film Foundation’s World Cinema Project in collaborazione con Fundacion Televisa AC e Filmoteca de la UNAM e con il sostegno di Material World Charitable Foundation.

“Il cinema messicano sono io!”, pare amasse dire Emilio Fernández, personaggio dal sangue caliente (anche se mai potremo sapere quanto della sua turbolenta esistenza – omicida, rivoluzionario, rinchiuso ed evaso dal carcere – sia verità o frutto dei suoi leggendari racconti), che tutti ricordiamo per aver dato il volto al terribile generale Mapache nel Mucchio selvaggio di Sam Peckinpah. Sta di fatto che con Enamorada e gli altri film girati negli anni ’40, frutto del sodalizio artistico con un maestro della fotografia come Gabriel Figueroa (sua sarà, ad esempio, la fotografia di Los olvidados di Luis Buñuel) ha segnato il profilo del cinema classico messicano.

“Se negli ultimi sei anni ben 5 Oscar alla regia sono andati ad autori messicani – ricorda il direttore della Cineteca di Bologna Gian Luca Farinelli –, è anche perché il Messico, dagli anni ’30 all’inizio degli anni ’60, ha avuto una cinematografia di grande rilievo internazionale, con grandi registi, produttori, attori, attrici, sceneggiatori, direttori della fotografia. Oggi lo abbiamo dimenticato ma quei film esistono, anzi sono tornati in vita. Uno di questi, Enamorada, è stato scelto e restaurato da Martin Scorsese, grazie al supporto di Olivia Harrison, la vedova di George Harrison, che adorava il Messico e il suo cinema. Enamorada è un travolgente, commovente, carnale melodramma, ambientato durante la rivoluzione di Pancho Villa, incarnato da due meravigliosi interpreti come Pedro Armendariz e Maria Félix, all’inizio della loro carriera”.

Enamorada è una tempestosa storia d’amore sullo sfondo della rivoluzione messicana del 1917. José Juan Reyes (Pedro Armendáriz), un generale ribelle, si innamora della bella e altera Beatriz, interpretata da María Felix, nel film che la cosacrò a star internazionale. Poco incline alla causa
rivoluzionaria e dopo aver sdegnosamente resistito alla sua corte, l’indomabile bisbetica (l’ispirazione è infatti dalla Bisbetica domata di William Shakespeare) finirà per cedere alle sue lusinghe, seguendolo in fuga dalla città. Emilio Fernández, che aveva partecipato in prima persona alla rivoluzione, firma una pellicola leggendaria, diventata il simbolo dell’epoca d’oro del cinema messicano nel mondo.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy