EFA, appello per Nasrin Sotoudeh

L'Academy europea e Berlinale chiedono il rilascio immediato e incondizionato della scrittrice, avvocato per i diritti umani e attivista
11 Settembre 2020
In evidenza
EFA, appello per Nasrin Sotoudeh

Pubblichiamo l’appello di European Film Academy e Berlinale per il rilascio immediato e incondizionato della scrittrice, avvocato per i diritti umani e attivista Nasrin Sotoudeh

“E’ l’ultima “passeggera” di Taxi Teheran di Jafar Panahi, film vincitore dell’Orso d’Oro, in cui parla apertamente  del suo impegno nei confronti dei prigionieri politici e travolge gli spettatori con la sua gioiosa energia. Insieme al regista, Nasrin Sotoudeh ha vinto il Premio Sakharov 2012 del Parlamento europeo. È una delle più importanti voci della coscienza dell’Iran, da tempo presa di mira dal governo iraniano.

Nasrin Sotoudeh è stata arrestata nel giugno 2018 con accuse ambigue legate al suo lavoro di avvocato ed è stata condannata a oltre 30 anni di carcere e 148 colpi di frusta. Attualmente è detenuta nella famigerata prigione di Evin a Teheran, dove l’11 agosto ha iniziato un secondo sciopero della fame per protestare contro il rifiuto del regime di rilasciare i prigionieri politici durante la pandemia. Ora è in condizioni critiche e deve essere rilasciata immediatamente per potersi sottoporre a cure mediche.

Chiediamo alle autorità iraniane il ritiro di tutte le accuse contro Sotoudeh, il suo rilascio immediato e cure mediche adeguate.

Invitiamo inoltre tutte le istituzioni cinematografiche e culturali del mondo a fare lo stesso e chiediamo a tutti di firmare la petizione della PEN per il rilascio di Nasrin Sotoudeh a questo link a https://pen.org/sign-now-iran-must-release-nasrin-sotoudeh/.”

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy