Diritti umani a Lugano

Dall'immigrazione ai rifugiati, dall'infanzia al mobbing: al festival svizzero anche La strada dei Samouni di Stefano Savona
10 ottobre 2018
Festival, Personaggi
Diritti umani a Lugano

Il Film Festival Diritti Umani Lugano prosegue con due giornate di film e dibattiti, che andranno a toccare diversi temi, dall’immigrazione e la questione dei rifugiati, ai diritti dell’infanzia, fino alle moderne forme di mobbing e vessazioni sul lavoro nell’”Occidente avanzato”. Inoltre, si parlerà anche di internet e libertà di espressione.

Fra i momenti più attesi, On her Shoulders di Alexandria Bombach (venerdì 12 alle ore 13:15), la storia di Nadia Murad (premio Nobel per la Pace nel 2018) e del popolo Yazida, sterminato dagli attacchi dell’ISIS. Presente in sala per raccontare questa tragedia Lamiya Aji Bashar, di origine yazida, testimone e vittima della violenza dell’ISIS.

Venerdì 12 alle 17:15 è anche la volta del film di Stefano Savona, vincitore dell’oeil d’or (miglior documentario) a Cannes quest’anno, La Strada dei Samouni. Il film è stato realizzato in collaborazione con l’animatore Simone Massi, a cui il festival ha dedicato una mostra (la prima in Svizzera), che rimarrà aperta allo Spazio 1929 fino al 21 ottobre.

Due prime serate, quelle di giovedì e venerdì, che si preannunciano già molto interessanti.
Giovedì 11 ottobre, alle 20:30 verrà presentato The Silence of Others, di Almudena Carracedo, Robert Bahar, prodotto dai fratelli Almodóvar, vincitore del premio del pubblico alla Berlinale e menzione speciale al FIFDH di Ginevra.
Venerdì 12, sempre alle 20:30, invece, viene proiettato Eldorado, ultimo film dell’eclettico autore svizzero Markus Imhoof (ospite del festival), presentato all’ultimo Locarno Festival nella sezione Panorama Suisse. In occasione della proiezione verrà consegnato al regista il Premio Diritti Umani per l’autore, per la sua straordinaria capacità, nel corso della sua lunga carriera, di immergersi nelle difficoltà umane con coraggio e profonda condivisione, invitando lo spettatore a scoprire le realtà più complesse e oscurate della società nei paesi occidentali, passando dal documentario alla finzione, al teatro in un percorso artistico coraggiosamente coerente. Imhoof incontrerà il pubblico del festival a seguito della proiezione.

Fra gli ospiti annunciati per queste due giornate, inoltre solo per citarne qualcuno: Paqui Maqueda, testimone del franchismo in occasione del film The Silence of Others; la regista del film Before Fether Gets Back, la georgiana Mari GulbianiMichel Toesca, regista di Libre

Non solo cinema, ma anche tanta musica. Venerdì 12 è la volta di Frankie hi-nrg mc, rapper, autore e compositore, tra gli artisti più rappresentativi della scena musicale underground. Si fa conoscere grazie a canzoni che diventano subito emblema di uno spirito di ribellione verso ogni forma di discriminazione razziale e sociale. I suoi testi denunciano da sempre la corruzione, l’abuso di potere e lo sfruttamento delle frange più emarginate della società contemporanea.
In occasione della quinta edizione del Film Festival Diritti Umani Lugano, Frankie hi-nrg mc si propone venerdì 12 ottobre dalle ore 23:30 al Living room di Lugano in veste di DJ, offrendo una selezione di musica rap/hip-hop ed elettronica, spaziando tra celebri hit, tesori nascosti dell’underground ed interpretando LIVE alcuni dei suoi maggiori successi.

Inoltre, ad animare le serate di giovedì e venerdì, al Cinema Corso, prima e dopo la proiezione serale, un viaggio musicale con dj Yeelen in collaborazione con l’Associazione Turba.

Fra gli annunci dell’ultima ora, l’On. Laura Boldrini, da sempre impegnata sul campo per i diritti umani. La nota politica italiana sarà presente alla Cerimonia di chiusura (domenica 14 ottobre ore 20:30, Cinema Corso), raccontando brevemente la sua esperienza in ambito internazionale, intervistata da Alo Sofia.

Lascia una recensione

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy