Coronavirus, The Batman e gli altri film sospesi

L'emergenza sanitaria ferma tanti attesissimi film, compreso il terzo Animali fantastici. Stop anche alle riprese delle serie The Witcher e Il Signore degli anelli. E i sindaci americani cominciano a chiudere le sale
Coronavirus, The Batman e gli altri film sospesi

Anche The Batman di Matt Reeves si ferma per l’emergenza sanitaria legata alla pandemia del Coronavirus.

Warner Bros. Pictures, infatti, ha sospeso per due settimane le riprese (iniziate a gennaio), evitando così il trasferimento della troupe dal set di Londra a quello di Liverpool.

Restando sempre nel Regno Unito, Warner ha annunciato poche ore fa che non partiranno le riprese di Animali fantastici 3, il cui avvio era previsto proprio per oggi. Non si conoscono ancora dettagli sulle date né possiamo ipotizzare se slitterà le release internazionale del film, programmata per il 12 novembre 2021.

una scena di Animali fantastici – I crimini di Grindelwald

Sul fronte americano, segnaliamo l’interruzione delle riprese di King Richard, che Reinaldo Marcus Green stava girando a Los Angeles. Il film racconta l’ascesa sportiva di Venus e Serena Williams e vede Will Smith impegnato nel ruolo del padre-allenatore delle due tenniste. L’uscita è fissata per il mercoledì prima del Ringraziamento, il 25 novembre, potenzialmente in ottica Oscar. Anche in questo caso il ritorno sul set è rinviato a data da destinarsi.

Al momento non ci sono news sul nuovo capitolo di Matrix, che ha concluso le riprese a San Francisco. Tuttavia, la troupe si è già spostata nel nuovo set di Berlino, adottando tutte le precauzioni del caso per completare la lavorazione.

Fermo per due settimane Samaritan, thriller supereroistico con Sylvester Stallone la cui uscita è prevista per l’11 dicembre. Lo stop per quattordici giorni è una decisione che stanno prendendo molti studios, nell’attesa che le istituzioni adottino misure più chiare per contrastare il Coronavirus.

Questi film sono solo gli ultimi (per il momento) interrotti a causa del Coronavirus. Già da venerdì la Disney ha sospeso tutte le produzioni live-action, tra cui La sirenetta e il cinecomic Shang-Chi. Sabato Sony ha annunciato l’interruzione della commedia action The Man of Toronto.

Per quanto riguarda la serialità, Netflix ha interrotto le riprese nel Regno Unito di The Witcher. Nei prossimi giorni sono attesi provvedimenti anche per le altre produzioni britanniche della piattaforma streaming, anche per la discutibile linea politica adottata dal premier Boris Johnson in materia di Coronavirus. A rischio la quarta stagione di The Crown. Netflix ha già sospeso Red Notice con Dwayne Johnson, Gal Gadot e Ryan Reynold, che avrebbe dovuto fare tappa anche in Italia.

 

In stand-by anche la produzione della serie Il signore degli anelli in Nuova Zelanda.

Posticipata la cerimonia dei Razzie Awards, gli anti-Oscar assegnati ai peggiori film dell’anno, poiché il sindaco di Los Angeles ha vietato assembramenti di più di cinquanta persone. Prevista per il 14 marzo, la cerimonia è stata annullata e rinviata a data da destinarsi. A New York il sindaco ha chiuso tutte le sale cinematografiche e teatrali.

Nel frattempo, dopo Tom Hanks e Rita Wilson, un’altra star è risultata positiva al Covid-19: è Olga Kurylenko, protagonista di Quantum of Solace e La corrispondenza.

Olga Kurylenko in La corrispondenza

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy