Animazione, che passione!

Coortons riparte nel segno dell'ibridazione: cinema, teatro, musica e visual art. A Roma, dal 27 al 30 marzo
4 Febbraio 2008
Animazione, che passione!

Non solo cinema. Giunto alla quinta edizione, Cortoons – Festival Internazionale di Cortometraggi di Animazione organizzato dall’associazione culturale Cortitalia – allarga i suoi orizzonti contaminandosi con altre forme d’arte: il teatro, la musica, la visual art. Cortoons – spiega il direttore artistico, Alessandro d’Urso – continua a riproporre, rivisitare, reinterpretare materiali vecchi e nuovi del cinema d’animazione, ibridandoli con altre arti, in una parola ri-animare”. E la ri-animazione è il segno distintivo degli ospiti che interverranno alla manifestazione: da Antonio Rezza che, insieme all’artista contemporanea Flavia Mastrella, lavora sulla libera interpretazione di alcuni cortometraggi di animazione; ad Aisha Cerami, voce e suono di alcuni corti animati, con l’accompagnamento del cantautore Roberto Angelini alla chitarra; dai “Tre Allegri Ragazzi Morti”, che da tempo hanno scelto il linguaggio dell’animazione per i loro video musicali; a Marco Giusti, critico cinematografico, studioso di cinema italiano e ideatore/autore tra gli altri di Blob, Fuori orario, Schegge e Stracult, che presenterà uno speciale dal titolo BlobCartoon. In programma dal 27 al 30 marzo presso il Teatro Palladium di Roma, la rassegna – che aprirà con la proiezione speciale dedicata a Betty Boop, personaggio classico dell’animazione americana – propone quattro sezioni: proiezioni di film in concorso provenienti da oltre 30 Paesi; seminari e conferenze a cura di esponenti delle aziende del settore; retrospettive ed eventi speciali. Tra le chicche, il mediometraggio Il Lungo Viaggio realizzato con i disegni del Maestro Federico Fellini, rielaborato dal regista russo Andrej Khrzhanovskij e commentatato fuori campo dal poeta Tonino Guerra. Di grande interesse anche lo speciale “Dalla Matita al Mouse – Disegni In Movimento”, progetto che ha coinvolto numerosi artisti italiani e internazionali nell’animazione dei propri disegni, curata dalla Galleria d’Arte Contemporanea D406 di Modena. Come ogni anno poi spazio alla solidarietà con il sostegno a Pangea Onlus, Fondazione che cerca di favorire condizioni di sviluppo e partecipazione delle donne e delle loro famiglie in presenza di situazioni difficili.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy