Al Festival di Roma 4 Papi e 1 Nobel

Apertura speciale della kermesse capitolina con il doc 3D 27 aprile 2014. Racconto di un evento prodotto dal CTV e da SKY 3D sulla canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II
17 Ottobre 2014
Al Festival di Roma 4 Papi e 1 Nobel
27 aprile 2014. Racconto di un evento

Un’inaugurazione nel segno dell’innovazione tecnologica ma anche della memoria. Il Festival Internazionale del Film di Roma ha aperto, infatti, i battenti giovedì 16 ottobre con un evento speciale: la proiezione in anteprima internazionale del documentario in 3D 27 aprile 2014. Racconto di un evento, prodotto dal Centro Televisivo Vaticano e da SKY 3D, suggestivo doc sulla cerimonia di canonizzazione di Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II, avvenuta lo scorso aprile. Introdotto dalle parole di Mons. Giovanni Angelo Becciu (Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato) e di Marco Müller (Direttore artistico del Festival Internazionale del Film di Roma), il documentario è la memoria di uun evento straordinario, di una pagina di storia (nonché di storia dei media) che ha visto onorare le figure di due pontefici tra i più popolari del XX secolo, papa Roncalli e papa Wojtyla, in una cerimonia officiata dal papa “venuto dalla fine del mondo”, Francesco, e alla presenza del papa emerito Benedetto XVI. Un documentario che ha, dunque, adunato ben quattro pontefici, ma anche un premio Nobel, Dario Fo, che è intervenuto nel film come intervistato, rilasciando anche un affettuoso videomessaggio proprio per l’anteprima del Festival di Roma. “L’incontro con Dario Fo” – ha dichiarato in conferenza stampa mons. Dario E. Viganò, Direttore del Centro Televisivo Vaticano – “è stato speciale, come del resto lo è il maestro premio Nobel Fo. Sono andato a cercarlo per la prima volta al Teatro Valle, a quel tempo occupato, per parlargli del progetto. Vestito da prete, in “total black”, sono stato visto all’ingresso del Teatro un po’ con curiosità e sospetto. Poi immediato calore da parte dei giovani attori in sala e a seguire l’incontro trascinante con Dario Fo, che ha accettato subito con decisione di partecipare al documentario, colpito e appassionato dalla figura di papa Francesco”.“La mia sorpresa – ha dichiarato Dario Fo parlando del Papa – è stata che, di colpo, ha iniziato a parlare come l’autentico san Francesco: parla col linguaggio, coi tempi, coi ritmi, con addirittura la sintassi quasi strutturale del discorso dell’antico, del primordiale, chiamiamolo dell’autentico Francesco. Lui si pone nella condizione assoluta dell’autenticità. È questo che mi ha sorpreso e che mi ha fatto innamorare di questo uomo. Ha avuto il coraggio di rompere con le consuetudini, basti pensare soltanto all’anatema contro la mafia”. Non solo Dario Fo, ma anche altri importanti nomi del mondo della cultura e dello sport hanno partecipato al documentario: Pupi Avati, Giancarlo Giannini, Gianni Canova, Aldo Grasso, oppure gli sportivi Javier Zanetti, Damiano Tommasi e Paolo Rossi nonché il musicista Stelvio Cipriani (compositore del tema di Karol, eseguito dall’autore nel docufilm). “È stata la più grande diretta di SKY 3D – ha sottolineato Cosetta Lagani Direttore di SKY 3D – quella realizzata in occasione della canonizzazione. Siamo onorati di aver lavorato insieme al Centro Televisivo Vaticano, che per il documentario in 3D ci ha permesso di filmare anche luoghi della Città del Vaticano in maniera esclusiva, inedita: dall’Archivio Segreto, alla scala di Pio IX, il Braccio delle Dame, la Sala Ducale e la Sala Regia, alla Cappella Paolina e la Cappella Sistina, all’Aula delle Benedizioni e il Balcone del Papa”.Immagini inedite giunte anche dall’imponente archivio digitale del CTV, come il momento di preghiera di papa Francesco nella Cappella Paolina, appena eletto il 13 marzo 2013, prima della sua apparizione sulla loggia di San Pietro: si vede una Papa che si mette con umiltà tra le ultime fila dei banchi, accompagnato solamente da due cardinali, per pregare come un semplice pastore della Chiesa. Al Festival di Roma non è stato solo il racconto, la memoria di due pontefici divenuti santi. Mons. Viganò ha, infatti, voluto sottolineare l’importanza della data del 16 ottobre: sì l’elezione di papa Giovanni Paolo II (16 ottobre 1978), ma anche il ricordo doloroso dei rastrellamenti degli ebrei romani messi in atto dalla ferocia nazifascista nel 1943. Pagina tragica di storia affrontata inoltre dal film-documentario My Italian Secret di Oren Jacoby, presentato sempre ieri al Festival di Roma.Il docufilm CTV-SKY, 27 aprile 2014. Racconto di un evento, verrà trasmesso in prima visione esclusiva su Sky 3D e in HD su Sky Arte HD, anche venerdì 17 ottobre alle ore 21.10; la distribuzione internazionale è affidata a Electric Sky (visibile sul catalogo all’indirizzo www.electricsky.com). In conferenza stampa, inoltre, è stata rivelata la notizia esclusiva di un nuovo evento in agenda sempre realizzato dalla sinergia tra CTV e SKY 3D: la messa di Natale 2014.  

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy