Addio John Flynn

Regista di Rolling Thunder e Sorvegliato speciale. E fonte d'ispirazione per Quentin Tarantino. Aveva 75 anni
20 Aprile 2007
Addio John Flynn

(Cinematografo.it/Adnkronos) – Il regista americano John Flynn, autore di culto che ha legato la sua fama a film come Organizzazione crimini e Rolling Thunder, è morto qualche giorno fa nella sua casa di Los Angeles all’età di 75 anni. Dopo aver collaborato con il regista Robert Wise per West Side Story, Flynn debuttò come assistente alla regia nel film John Goldfarb, Please Come Home (1965), diretto da J. Lee Thompson. Nel 1968 realizza il suo primo film, Il sergente, adattamento dell’omonimo romanzo di Dennis Murphy, interpretato da Rod Steiger. Nel 1972 dirige un grande successo The Jerusalem File, che lanciò l’attore Bruce Davison. L’anno successivo scrive e dirige The Outfit (tradotto in italiano con il titolo Organizzazione crimini), basato sul romanzo di Donald E. Westlake. Il film, sul tema della vendetta, è un caposaldo del regista, che infatti usò la tematica dei revenge-movies anche per Rolling Thunder del 1977. The Outfit – interpretato da Robert Duvall e Karen Black – è pieno di citazioni da film come Getaway, Il rapinatore solitario e Chi ucciderà Charley Varrick? e sarà poi una grande fonte per i primi film del regista Quentin Tarantino. Nel 1977 Flynn dirige Rolling Thunder, dove riprende il tema della vendetta, creando però questa volta una sorta di Kill Bill al maschile. Non a caso Rolling Thunder è tra i dieci film preferiti di Tarantino. Nel 1980 firma Defiance – I violenti di Borrow Street, con Danny Aiello, che divenne subito un cult. Sempre nell’80 firma il suo primo film per la tv, Marilyn: The Untold Story, storia di Marilyn Monroe. Altri film diretti da Flynn sono Touched (1983) e Bestseller (1987), con James Woods e Victoria Tennant. Nel 1989 firma un ennesimo revenge-movie, Lock Up – Sorvegliato speciale, con Sylvester Stallone e Donald Sutherland, in cui Stallone ha il ruolo di un carcerato, Frankie Leone. Nel 1991 dirige Steven Seagal in Out for Justice – Giustizia a tutti i costi, uno dei pochissimi film in cui l’attore impugna l’arma da fuoco. In seguito ha diretto anche film per la tv.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy