12 progetti per Biennale College

Annunciati i titoli selezionati per il primo workshop veneziano, due sono di registi italiani. Ne rimarranno tre
14 Ottobre 2013
12 progetti per Biennale College

Annunciati i 12 progetti che hanno partecipato al primo workshop (5-14 ottobre) della 2a edizione di Biennale College – Cinema (2013 – 2014), finalizzata alla produzione di 3 lungometraggi a microbudget e realizzata in partnership con Gucci. Sono nell’ordine:
Blood Cells – Joseph Bull (regista, Gran Bretagna), Luke Seomore (regista, Gran Bretagna), Samm Haillay (produttore, Gran Bretagna). Dopo una catastrofe che ha distrutto la sua famiglia e la sua fattoria dieci anni prima, un giovane è costretto a vivere un’odissea nell’Inghilterra odierna.
H. – Rania Attieh (regista, Libano), Daniel Garcia (regista, Usa), Shruti Rya Ganguly (produttore, India). La storia di due donne che si chiamano entrambe Helen, le cui vite e relazioni iniziano a sgretolarsi dopo la caduta di un meteorite sulla loro città, Troy, nello Stato di New York. Una rivisitazione immaginaria, moderna e lirica di una classica tragedia greca.
Imaculat – Kenneth Mercken (regista, Belgio), Marcian Lazar (produttore, Romania). Quando una ragazza di 19 anni di buona famiglia viene ricoverata, diventa la preda dei tossicodipendenti maschi della clinica di riabilitazione. La ragazza impara che, per riprendere il controllo del proprio corpo, deve prima distruggere la vecchia se stessa.
La Barracuda – Jason Cortlund (regista, Usa), Julia Halperin (regista, Usa), David Hartstein (produttore, Usa). Una strana ragazza di nome Sinaloa si presenta sul portico di casa di Merle dicendo di essere la sua sorellastra. Ma questa notizia, all’inizio emozionante, porta poi alla violenza.
La Mujer de los Perros – Laura Citarella (regista, Argentina), Verónica Llinás (regista, Argentina), Mariano Llinás (produttore, Argentina). Una donna condivide le sue giornate con dieci cani in una baracca nei sobborghi di una grande città. La fiaba realistica di una strana regina.
Nancy – Christina Choe (regista, Usa), Gerry Kim (produttore, Usa). Nancy, un truffatrice seriale quarantenne, vive ancora a casa con la madre anziana e violenta. Disperatamente in cerca di amore e contatti, crea un blog fittizio e adesca virtualmente un uomo. Finché i suoi imbrogli non portano a tragiche ed enormi conseguenze.
River of Exploding Durians – Edmund Yeo (regista, Malesia), Ming Jin Woo (produttore, Malesia). Un tranquillo paese costiero in Malesia viene messo sottosopra dalla costruzione di una centrale potenzialmente radioattiva. Un adolescente in procinto di diventare adulto e un professore di storia idealista si trovano a combattere per la propria cittadina.
Short Skin – Duccio Chiarini (regista, Italia), Babak Jalali (produttore, Iran/Gran Bretagna). Bisogna essere duri senza mai perdere la tenerezza.
The Debt – Ritesh Batra (regista, India), Seher Latif (produttore, India). Un poliziotto prova a dimostrare il proprio valore nel momento in cui accetta il caso più importante della sua vita e impara a essere genitore.
The Strike – Adam Breier (regista, Ungheria), Akos Schneider (produttore, Ungheria). Un uomo di mezza età un giorno si chiede come sarebbe la sua vita se fosse diversa, e decide di cambiare ciò che conosce per ciò che non conosce. Un’assurda tragicommedia minimalista. • Unless – Matteo Servente (regista, Italia), Ryan Watt (produttore, Usa). Un vivace ragazzino di 11 anni sfreccia in un paesino rurale su un’automobile Trans-Am rubata, sconvolgendo la routine di un’anziana centralinista della stazione di polizia e di un barbiere taciturno. • Winter – Aamir Bashir (regista, India), Alan McAlex (produttore, India). Nargis è stata abbandonata dal marito, il quale ha scelto di combattere per la libertà del Kashmir. Attende e spera nel suo ritorno. Ma quando l’uomo riappare, segnato dalla violenza, Nargis è costretta a scegliere tra l’amore e la libertà.
Dopo questo primo workshop, saranno selezionati 3 team che saranno invitati a due ulteriori workshop, sempre a Venezia (Centro Soggiorno e Studi dell’Isola di San Servolo) a dicembre 2013 e gennaio 2014. Sarà poi dato il via alle produzioni di 3 lungometraggi (opere prime o seconde) che dovranno essere a basso costo, che avranno il supporto di 150mila euro e che saranno poi presentati alla 71. Mostra del Cinema di Venezia 2014.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy