Museo - Folle rapina a Città del Messico

Natale, 1985. Pochi mesi dopo il terremoto che l'ha quasi distrutta, Città del Messico si sveglia con la notizia del crimine più spettacolare della sua storia: il furto di oltre 160 pezzi preispanici al Museo Nazionale di Antropologia. Il crimine è un grave insulto per il paese. Non ci sono prove che indichino alcun colpevole. Nessuno sospetterebbe che i responsabili abbiano dormito tranquillamente nel sobborgo di Ciudad Satélite e siano due amici, studenti in veterinaria, Juan Nunez e Benjamin Wilson. I due giovani lasciano il Messico, cercando di vendere i pezzi ma attraversando le rovine di Palenque e la decadenza di Acapulco ritorneranno all'origine del loro crimine: il museo.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy