Zum zum zum - La canzone che mi passa per la testa

ITALIA - 1968
Peppino, un assicuratore, vive a Roma con la sua famiglia composta oltre che dalla moglie, dai figli Tony, impiegato in una scuola guida, e Carletto, un bambino che va a scuola dalle suore, e dal cognato amante dei cani. Tony è innamorato di Rosalia, la giovane figlia di un correttore di bozze vicino di casa, siciliano e più propenso a concedere Rosalia in sposa a Luigino, il figlio della padrona di casa. I dispetti fra vicini sono molteplici e chi ci rimette sono i due ragazzi che vengono ostacolati nel loro semplice amore. Intanto Carletto ha un compagno di scuola che è malato gravemente e spesso lo va a trovare: un giorno la mamma di questi gli confessa che l'amico potrà guarire solo con l'intervento di un famoso chirurgo. Carletto allora, con l'aiuto dello zio, si iscrive al "Cantabimbo", un concorso di canto per bambini nella speranza di vincere il premio di mezzo milione. Intanto Tony, per vincere l'ostilità del padre di Rosalia, con la complicità della madre rapisce la ragazza per porre il padre dinanzi al fatto compiuto. Tutto alla fine si aggiusta e la mamma di Tony rivela il dolce inganno: il padre acconsente così alle nozze. A questa gioia si aggiunge la bella notizia della vittoria di Carletto al concorso e della buona azione compiuta in favore del suo amico malato cui ha regalato la vincita.

CAST

NOTE

- IL VERO NOME DEL PICCOLO POPOFF E' WALTER BRUGIOLO.

CRITICA

"Un film senza pretese in cui la esile vicenda è solo un pretesto per presentare le canzoni del cantante protagonista". ("Segnalazioni Cinematografiche")
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy