ZAZA'

ITALIA - 1942
Un ricco ingegnere parigino perde il treno in una cittadina di provincia e per passare la serata si reca in un caffè concerto del luogo dove si esibisce con grande successo Zazà, eccentrica canzonettista. Per caso i due si conoscono e subito si accende una viva simpatia che si tramuta presto in cieca passione. Dopo alcuni giorni di spensieratezza l'ingegnere parte per i suoi impegni a Parigi promettendo di ritornare al più presto. Zazà, impaziente di rivedere il suo amante, si reca anch'essa a Parigi, ma a casa di lui ha la poco lieta sorpresa di conoscere prima la bimba poi la moglie dell'ingegnere. Delusa e sconsolata ella vede svanire il suo sogno per il quale credeva di rifarsi una vita e quando l'ingegnere torna da lei e le propone di fuggire dopo essersi separato dalla moglie, Zazà vincendo il proprio sentimento, rifiuta l'offerta e lo induce a ritornare in seno alla propria famiglia.

CAST

NOTE

IL FILM USCI' SOLO DUE ANNI DOPO, NEL 1944.
COLLABORAZIONE ALLA SCENEGGIATURA DI ALBERTO MORAVIA, MA IL NOME NON COMPARVE NEI TITOLI PER MOTIVI RAZZIALI.
LE CANZONI DI ISA MIRANDA SONO DI MICHELE GALDIERI E NINO ROTA. LA COMMEDIA AVEVA GIA' ISPIRATO I FILM OMONIMI DI: ERNESTO MARIA PASQUALI (1909) , ALLAN DWAN (1923) CON GLORIA SWANSON, INEDITO IN ITALIA, E QUELLO DI GEORGE CUKOR NEL 1939.
ISA MIRANDA, APPENA ARRIVATA IN AMERICA, AVREBBE DOVUTO INTERPRETARE ANCHE QUELLO DI CUKOR MA EBBE PROBLEMI CON L'INGLESE.
PIERRE BERTON E' ACCREDITATO COME PIERRE FRANCISQUE BERTON.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy