Domino

DANIMARCA, FRANCIA, SPAGNA, BELGIO - 2018
2,5/5
Domino
Christian e Alex, poliziotti dell'unità crimini speciali di Copenaghen, dopo l'omicidio di un collega, si lanciano in una disperata caccia all'uomo per trovare il colpevole, affiliato ad una cellula danese dell'ISIS. Ben presto i due scopriranno di avere a che fare con un intrigo internazionale molto più ampio di quanto potessero immaginare.
  • Durata: 88'
  • Colore: C
  • Genere: THRILLER
  • Specifiche tecniche: ARRI ALEXA SXT/ARRI ALEXA MINI, ARRIRAW (2.8K), HD (1:1.85)
  • Produzione: SCHØNNE FILM, ZILVERMEER PRODUCTIONS, SUROESTE FILMS, N29 ENTERTAINMENT BV, RECALCATI MULTIMEDIA, ACTION BRAND DI ROBERTO CAPUA
  • Distribuzione: EAGLE PICTURES (2019)
  • Data uscita 11 Luglio 2019

TRAILER

RECENSIONE

di Francesco Del Grosso
Dopo avere aperto il 2° Filming Italy Sardegna Festival, Domino sbarca nelle sale in piena stagione balneare, a interrompere un letargo che per De Palma durava da sette anni, ossia da Passion.

Pur con rari sprazzi di buon cinema nel DNA, la pellicola è risultata ampiamente al di sotto degli standard del cineasta. L’inattività come una ruggine ha invaso l’ingranaggio generando un mal funzionamento.

Qui confeziona un poliziesco old school dai meccanismi thriller incerti e dai risvolti telefonati, che si avventura nel terreno minato del terrorismo, mostrando dei limiti strutturali piuttosto evidenti nella scrittura.


 

La prova di Coster-Waldau nei panni di un agente in cerca di vendetta per l'omicidio di un collega per mano dell'ISIS, uno stucchevole autocitazionismo (la scena della corrida replica spudoratamente l’esercizio visivo e di tensione di Snake Eyes) e una manciata di sequenze degne di nota (la fuga usi tetti), non sono bastate a mantenere il tutto sulla linea di galleggiamento.

L’effetto domino ne è la conseguenza e la sensazione è di un film che sarebbe potuto essere e invece non è stato, lontano dall’accumulatore seriale di suspense al quale il regista ci ha abituato in passato

NOTE

- PROGETTO SVILUPPATO CON LA COLLABORAZIONE DELLA FONDAZIONE SARDEGNA FILM COMMISSION.

- PRODUTTORI ESECUTIVI: JEAN-BAPTISTE BABIN, TARA FINEGAN, PETER GARDE, DAVID ATLAN JACKSON, PETTER SKAVLAN, JOEL THIBOUT.

CRITICA

"(...) Piacerà perché il quasi ottantenne Brian De Palma, tornato in pista dopo un limbo di sette anni dimostra di non aver perso del tutto la mano e ci dà non poche scene da saltare sulla sedia (come l'attentato sul red carpet e la caccia sui tetti all'inizio). Peccato che non gli abbiano approntato un soggetto degno di lui (lo script di Petter Sklavan assomiglia a tante, troppe spy stories dall'arrivo di James Bond ai giorni nostri)." (Giorgio Carbone, 'Libero Quotidiano', 12 luglio 2019)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy