WINCHESTER '73

USA - 1950
Lin, un giovane cowboy, vince in una gara di tiro a segno, un fucile Winchester a ripetizione. Ma il trofeo gli viene rubato dal fratello Dutch, colpevole, in pasato, di aver ucciso il loro padre adottivo. Lin allora si mette all'inseguimento del fratello, accompagnato dall'amico High Spade. Nel frattempo l'arma viene persa al gioco da Dutch e passa prima nelle mani di un contrabbandiere, poi in quelle di un capo sioux, poi ancora di un contadino e di un rapinatore. Alla fine se ne riappropria ancora Dutch, ma Lin gli è ormai alle costole.

CAST

NOTE

- UNO DEI TRE WESTERN CHE MANN DIRESSE NEL 1950 E GIA' SI VEDE LA MANO CHE HA PORTATO IL GENERE ALLA SUA MATURITA'. IL FILM DIVENTO' UNA PIETRA MILIARE DELLA STORIA ECONOMICA DI HOLLYWOOD. INFATTI PER LA PRIMA VOLTA UNA STAR COME STEWART OTTENNE DI ESSERE PAGATO IN PERCENTUALE (50%) SUGLI INCASSI.

- CURIOSITA': TONY CURTIS E ROCK HUDSON AGLI INIZI DELLE LORO CARRIERE.

CRITICA

"Uno dei classici del genere, arricchito da sottili implicazioni psicanalitiche e simboliche. Jimmy Stewart è un cowboy che vince al tiro a segno di fucile del titolo. Il fratello, che ha ucciso il loro padre, glielo ruba. L'arma passerà di mano in mano fra vari personaggi, per essere riconquistata dal protagonista nel giorno della sua vendetta. Apparizioni-cameo di Rock Hudson e Tony Curtis."

"Il lavoro, che ha un'impostazione originale, è condotto con grande perizia tecnica e riesce interessante, malgrado qualche lentezza." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 29, 1951)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy