VORTICE

ITALIA - 1953
VORTICE
Per evitare che suo padre, il quale ha tentato di uccidersi, sia travolto da un dissesto finanziario, Elena sposa Luigi Moretti, direttore della banca, in cui è occupato il padre, abbandonato di punto in bianco il suo fidanzato, dott. Guido. Si tratta di un vero mercato: nessuno dei due coniugi si cura neppure di fingere e benché il sorriso di una bimba sia venuto ad allietarli, l'ambiente familiare diventa, col passare degli anni, sempre più opprimente. Durante una gita a Firenze, Luigi ha una fugace avventura, che ha per lui tragiche conseguenze. Mentre si trova in automobile con Clara, una mondana, subisce un grave incidente, dal quale esce con le gambe paralizzate. Il medico chiamato a curarlo è Guido, costretto dalle circostanze ad avvicinare la donna, che ha amato ed ancora ama. Egli le propone di fuggire con lui; ma Elena, benché ricambi il suo sentimento, si rifiuta di seguirlo. Rientrando in casa, essa trova Luigi morto. Clara, venuta a ricattarlo, gli ha propinato una forte dose di narcotico per poterlo derubare. Elena, accusata di uxoricidio, viene arrestata: in un momento di esaltazione, essa tenta d'uccidersi insieme alla figlioletta. Guido la salva in extremis: egli ha rintracciato la vera assassina e annuncia ad Elena la liberazione. Al suo fianco Elena potrà iniziare una nuova vita.
  • Durata: 108'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: GEVACOLOR
  • Produzione: RAFFAELLO MATARAZZO PER P.A.R. FILM - LUX FILM
  • Distribuzione: LUX
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy