VITE SOSPESE

SHINING THROUGH

USA - 1992
Linda Voss è un'ebrea americana, segretaria di un avvocato. Allo scoppio della seconda Guerra Mondiale la donna vuole recarsi a Berlino per aiutare in suoi parenti perseguitati dalle ideologie antisemite. In realtà il suo datore di lavoro è una spia al servizio segreto americano e l'occasione di andare in Germania si presenta quando un agente viene ucciso. La ragazza chiede e ottiene di sostituirlo.

CAST

CRITICA

Melanie Griffith, è incantevole, straordinaria, capace di far "passare" le peggiori assurdità narrative. Michael Douglas, è freddo, sgradevole, come sempre antipatico. Film sontuoso e maldestro, vieto e accattivante, povero di suspence ma ricco di sentimento. (Fabio Ferzetti, Il Messaggero)

"Vite sospese" conta su di una mezz'ora finale davvero incalzante, efficace, cinematograficamente vivida, tutto il resto è piuttosto grigio, ovvio. Melanie Griffith si conferma attrice in grande maturazione. (Valerio Caprara, Il Mattino)

"Vite sospese" è un lussuoso impasto: realizzato tra Inghilterra, Germania e Austria, di atmosfere da cinema di una volta. (Paolo D'Agostini, La Repubblica)

Il film tratto dal romanzo di Susan Isaacs è un polpettone antinazi senza grandi qualità, ma ben fatto, bene interpretato, a tratti appassionante. (Lietta Tornabuoni, La Stampa)

Il titolo è bello, il film un pò meno. (Franco Colombo, L'Eco di Bergamo)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy