VERGINE MODERNA

ITALIA - 1954
Claudia Valli, figlia di un modesto professore, è una ragazza giovanissima, che ha una sola, prepotente aspirazione: evadere ad ogni costo dall'oscuro ambiente domestico. Claudia fa la disegnatrice di modelli ed ha un'intima amica: l'indossatrice Annadora, che è la sua consigliera. Claudia seduce da prima il direttore di un grande giornale, uomo ancor giovane e ammogliato: il risultato delle sue manovre si compendia in due sonori schiaffi ed un assegno di 300.000 lire. Dopo breve esitazione, Claudia riscuote l'assegno e dirige le sue batterie contro il maturo direttore della banca, che poi ricatta. Viene terzo un giovane produttore cinematografico italo-americano che, messo alle strette, confessa d'essere ammogliato. Dopo l'inutile tentativo di riagganciare l'antico fidanzato, Claudia decide di gettar via ogni scrupolo, divenendo l'amante di un maturo milionario brasiliano. Interviene a questo punto il giovane fratello di Claudia, il quale con una clamorosa scenata impedisce alla sorella di scendere ancora più in basso.
  • Altri titoli:
    TRAPPOLA D'ORO (LA)
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO
  • Produzione: GIUSEPPE DRIUSSI PER SIRIO FILM
  • Distribuzione: DIANA - SIRIO FILM

CRITICA

" Non si può immaginare nulla di più idiota e incredibilmente mal diretto di questo film (...). Non c'è cosa che non sia stupida, trasandata, illogica. Dal soggetto alla sceneggiatura, dal dialogo alla recitazione, totto è stomachevole (...). Degli attori si salva May Britt, qui meglio che altrove ed aggraziata come mai ci era parsa". (E. Fecchi, "Intermezzo", n. 18 del 30/9/1954).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy