Uscio e Bottega

ITALIA - 2014
Uscio e Bottega
Un conduttore contestato, un arzillo ottantenne ospite di un programma televisivo che non risparmia nessuno, gli amici da casa che lo guardano alla tivù, fino a un epilogo imprevedibile. Lapo Corsini, un arzillo ottantenne, fiorentino DOC, di vecchio stampo è disamorato dalle trasmissioni televisive e dai dibattiti su sport, religione e politica. Per questo decide di scrivere alla trasmissione "Uscio e bottega " chiedendo di essere invitato perché lui, uomo del popolo, vorrebbe fare domande ben precise ai diversi ospiti. La direzione della Rai lo invita allo show televisivo. Lapo parte quindi alla volta di Roma con l'amico Mancuso. La sera della trasmissione sarà seguita con trepidazione da amici e parenti di Lapo, insieme ad alcuni giovani portatori di handicap, davanti al maxischermo montato nei giardini del circolo davanti a Ponte Vecchio a Firenze. Durante la trasmissione Lapo non si perderà mai d'animo, attaccando tutti con vigore e criticando senza remore. La platea, accalorata, seguirà la contesa, applaudendo Lapo e contestando apertamente il conduttore della trasmissione fino al momento in cui, durante una pausa televisiva, Lapo scomparirà misteriosamente. Il ritorno a Firenze placherà l'ansia e le preoccupazioni di tutti. Giunta alle orecchie del Papa l'esistenza di un personaggio quale Lapo Corsini, il Pontefice lo inviterà a un colloquio privato dall'esito sorprendente.
  • Durata: 86'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Tratto da: libro "C'era una volta Porta a Porta" di Brunetto Salvini
  • Produzione: USCIO E BOTTEGA

NOTE

- REALIZZATO CON LA PARTECIPAZIONE DI TOSCANA FILM COMMISSION, REGIONE TOSCANA; CON IL PATROCINIO DI: COMUNE DI FIRENZE, COMUNE DI MONTEFIASCONE, COMUNE DI SCANDICCI.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy