UNO SGUARDO DAL PONTE

VU DU PONT

ITALIA, FRANCIA - 1962
UNO SGUARDO DAL PONTE
Eddie Carbone, un emigrato italiano a Brooklyn che vive con la moglie Bea e la nipote diciottenne Caterina, non ha difficoltà a far sbarcare due cugini di Bea, Marco e Rodolfo, che sono arrivati clandestinamente dall'Italia per lavorare. Li ospita in casa sua e trova loro un'occupazione al porto. Ma la serenità della famiglia è subito messa a dura prova. Tra Caterina e Rodolfo nasce infatti una reciproca simpatia, che Eddie non riesce assolutamente ad ammettere. Egli crede infatti che Rodolfo corteggi la ragazza per farsi sposare da lei ed ottenere in tal modo la cittadinanza americana e il diritto di restare in America. Le continue provocazioni, con cui Eddie sfida Rodolfo fanno insorgere Marco, Caterina e Bea. Incapace di trattenere il suo risentimento, Carbone denuncia all'ufficio immigrazione i due clandestini, che vengono subito fermati e condotti nel centro di raccolta di Long Island. Rodolfo, ottenuta la libertà provvisoria, decide di sposare Caterina. Ma Marco, profondamente offeso dal comportamento di Eddie, gli dice in faccia tutto il suo disprezzo e lo sfida. Mentre i due giovani si avviano alla chiesa per la cerimonia, tra Eddie e Marco s'ingaggia una lotta furibonda sulla piazza del quartiere. Marco ha la meglio ed Eddie, incapace di vincere il suo orgoglio ferito, in un gesto di disperazione si uccide.
  • Altri titoli:
    A VIEW FROM THE BRIDGE
  • Durata: 117'
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO
  • Tratto da: DRAMMA "A VIEW FROM THE BRIDGE" DI ARTHUR MILLER
  • Produzione: PAUL GRAETZ PER LA TRANSCONTINENTAL FILM (PARIS), PRODUZIONI INTERCONTINENTALI (ROMA)
  • Distribuzione: PARAMOUNT (EURO INTERN. FILM ITALIA)

NOTE

- REVISIONE MINISTERO SETTEMBRE 1997.

- DAVID DI DONATELLO 1962 PER MIGLIOR ATTORE A RAF VALLONE.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy