Una lettera all'alba

ITALIA - 1948
Una lettera all'alba
Carlo ha avuto in gioventù una relazione amorosa con una ragazza, Anna, che poi ha abbandonato. Dalla relazione è nato un figlio di cui Carlo ignora l'esistenza fino al giorno in cui Anna, morente, fa appello al suo cuore di padre. Carlo promette di vegliare sul figliolo adolescente. Ne segue infatti le tracce e riesce a sapere che suo figlio Mario è uno spacciatore di cocaina. Carlo, che esercita il traffico all'ingrosso si reca da un'intermediaria, una vecchia contessa, e le ordina di non fornire più a Mario la droga. Mario è disperato: un mascalzone, amico della contessa, gli propone di derubare quest'ultima, che ha in casa molto denaro. Mario dapprima rifiuta poi acconsente. Una sera s'introduce di soppiatto nell'appartamento della contessa: la mattina dopo la contessa viene trovata assassinata. Su Mario si appuntano i sospetti della Polizia. Carlo, convinto dell'innocenza del figlio l'induce a costituirsi. Nuovi elementi, emersi durante il processo, permettono d'identificare l'assassino: è il falso amico della contessa che ha teso un tranello infame al giovanotto. Carlo fa imbarcare Mario, prosciolto, su un peschereccio perché possai una vita ma, conscio di essere il vero responsabile dei trascorsi del figlio, non ha il coraggio di rivelarsi a lui come padre.
  • Durata: 91'
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM
  • Produzione: GIUSEPPE AMATO PER SCALERA FILM
  • Distribuzione: SCALERA FILM

NOTE

- PRESENTATA ALLA 65. MOSTRA DI VENEZIA (2008) NELLA RETROSPETTIVA "QUESTI FANTASMI: CINEMA ITALIANO RITROVATO (1946-1975)" UNA COPIA RISTAMPATA DELLA CINETECA NAZIONALE.

CRITICA

"Giorgio Bianchi ci dà con questo lavoro, che sta tra il giallo e il tipo 'Gioventù perduta', una buona prova delle sue capacità, aiutato anche da un buon soggetto e dalla abile sceneggiatura di Aldo De Benedetti. (...) Un po' invadente, ma efficace in molti punti, la musica di Renzo Rossellini." (S. Nati, "Intermezzo", 5/6, 15/31 marzo 1949)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy