UNA DOMENICA D'ESTATE

ITALIA - 1962
E' una calda domenica d'estate, a Roma. Tutti quelli che possono si preparano a trascorrere la giornata al mare. Anche Andrea, un giovane meccanico, decide di recarsi a Fregene insieme alla sua Milena, con la macchina del principale. Quest'ultimo, Osvaldo, senza più la sua lussuosa vettura, è piantato in asso dalla sua ragazza. Osvaldo si precipita quindi a Fregene per rintracciare Andrea e lo trova finalmente in un bar. Andrea, però, appena lo vede, fugge per nascondere la macchina e lo lascia insieme a Milena. Al suo ritorno, trova i due ragazzi che si stanno baciando. Accecato dall'ira, si getta su Osvaldo iniziando un violento scontro che porterà i due in Commissariato. Milena, invece, che ha tentato di buttarsi in mare, viene trasportata in ospedale con un carro funebre. Durante la strada, però, ha la possibilità di riappacificarsi con Andrea. Alle vicende di questi tre personaggi, si intrecciano le avventure dei due becchini del carro funebre che decidono di fare un bagno, e le disavventure del ragionier Armando che, pur non avendo commesso nulla, viene arrestato dalla polizia.

CAST

CRITICA

"[...] Pronubi [...] la serie vacanze in qualche posto e Alberto Moravia coi suoi racconti romaneschi, ci troviamo di fronte ad una volgarissima sequela di insulse storielle a sfondo erotico-comico del peggiore avanspettacolo rionale [...]". (Anonimo, "Nuovo Spettatore Cinematografico",30/31, aprile 1962).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy