Un ragazzo alla corte di re Artù

A Kid in King Arthur's Court

USA - 1995
Un ragazzo alla corte di re Artù
Calvin Fuller, un quattordicenne del sud California, non molto sicuro di sé e mediocre giocatore di baseball nella "Little League", durante una partita viene sorpreso da un terremoto che apre una voragine dalla quale viene risucchiato e, compiendo un avventuroso viaggio a ritroso nel tempo, giunge nel regno medioevale di Camelot, alla corte di Re Artù. Qui viene misteriosamente ammonito dal Mago Merlino a disporsi alla lotta come cavaliere senza paura perché il reame non passi da Re Artù a un suo accanito avversario, Lord Belasco, che aspira alla mano della primogenita del re che ne è la naturale erede. Calvin rivela ben presto quelle doti di ardimento e di padronanza di sé che gli erano mancate nel baseball e, con una serie di ardimentose e intelligenti iniziative, riesce a misurarsi coraggiosamente con l'arrogante Lord Belasco e a vincerlo in un torneo aperto a tutti i sudditi del reame, con l'aiuto dell'ardimentosa Principessa che non ha la minima intenzione di consentire a Lord Belasco di regnare mediante quelle odiate nozze, preferendogli l'armigero che l'ha addestrata al maneggio del cavallo e delle armi. Improvvisamente tutti ritornano misteriosamente, per un incantesimo del Mago Merlino, nel momento cruciale della partita della "Little League". Questa volta Calvin, persa ogni titubanza, riesce a far vincere la sua squadra.
  • Durata: 90'
  • Colore: C
  • Genere: FAVOLA
  • Specifiche tecniche: NORMALE A COLORI
  • Produzione: ROBERT L. LEVTY, PETER ABRAMS, J.P. GUERIN
  • Distribuzione: FILMAURO - FILMAURO HOME VIDEO

CRITICA

"Un ragazzo alla corte di re Artù sviluppa con garbo un'idea non nuova, dando a Michael Gottlieb l'opportunità di regalarci un gigantesco, simpaticissimo Joss Ackland nel ruolo di Artù, giunto ormai alla soglia della tarda età, ma ancora in gamba quando impugna l'imbattibile spada Excalibur contro l'indegno ed infedele Lord Belasco. È gradevole il confronto tra il mondo antico e le cianfrusaglie moderne e si segue con simpatia l'innesto fra passato e presente da rudimentale bicicletta, i colpi di karatè alternati ai fendenti dei tornei classici. Calvin è interpretato, con promettente vivacità, da Thomas Ian Nicholas mentre, fra i ruoli di margine si segnala Art Malik, molto somigliante, col codino, ad Osvaldo Valenti nella Corona di ferro". (Gregorio Napoli, 'Il Giornale di Sicilia', 25 agosto 1996)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy