Twist lolite e vitelloni

ITALIA - 1962
Un paese dell'alto Lazio vede i due notabili locali contrapposti senza scampo: il barone Lanciarossa, sindaco di sentimenti monarchici, e il cavalier Rossi, l'albergatore di idee progressiste. Il figlio del primo e la figlia del secondo si amano di nascosto indifferenti alla rivalità dei padri acuita a causa della costruzione di una piscina a cui sono legate le fortune elettorali dei due avversari. Nonostante gli sforzi del bonario Don Celestino, la situazione locale è molto tesa. La questione della piscina, il tentativo di seduzione di un ingegnere ai danni della figlia di Lanciarossa, la presunta fuga romantica della coppia dei due giovani innamorati ravvivano i pettegolezzi e l'animazione del paese. Tutto si conclude per il meglio: i due rivali politici si rappacificano, i due giovani si sposano e Don Celestino trova il denaro per riparare la fatiscente canonica.

CAST

CRITICA

"Una commedia con episodi divertenti anche se un po' frivoli e un po' scontati (...)". (Vice, "Il resto del carlino" giugno 1962)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy