Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso ma non avete mai osato chiedere

Everything You Always Wanted to Know About Sex But Were Afraid to Ask

USA - 1972
Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso ma non avete mai osato chiedere
- PRIMO EPISODIO: "Funzionano gli afrodisiaci?" Nel Medioevo, un buffone di corte tenta di sedurre la regina somministrandole un afrodisiaco; ne viene impedito dalla cintura di castità: il re lo scopre e lo fa decapitare.

- SECONDO EPISODIO: "E' disdicevole amare gli animali?" Un medico si innamora di una pecora armena e per lei abbandona la moglie. Quando il pastore se la riprende, finisce solo e disperato.

- TERZO EPISODIO: "Perché alcune donne hanno difficoltà a raggiungere l'orgasmo?" Frigida a letto, una giovane moglie riesce a raggiungere l'orgasmo soltanto in situazioni di pericolo.

- QUARTO EPISODIO: "I travestiti sono omosessuali?" Dopo vent'anni di matrimonio, una donna scopre che al marito piace indossare abiti muliebri.

- QUINTO EPISODIO: "Ci si può fidare degli studi e delle ricerche sul sesso?" Due giovani ricercatori, che indagano sul sesso, si sottraggono agli esperimenti di un medico folle. Contribuiscono poi alla cattura di una mostruosa mammella gigante.

- SESTO EPISODIO: "Il laboratorio del sesso". L'atto sessuale descritto dall'interno di un corpo maschile, immaginato come un laboratorio diretto da un'equipe di scienziati.
  • Altri titoli:
    Everything You Always Wanted to Know About Sex * But Were Afraid to Ask
    Everything You Always Wanted to Know About Sex
  • Durata: 89'
  • Colore: B/N-C
  • Genere: COMMEDIA, FANTASY
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:1.85), PANAVISION - TECHNICOLOR, DELUXE
  • Tratto da: libro di David Reuben
  • Produzione: JACK GROSSBERG, CHARLES H. JOFFE, RALPH ROSENBLUM PER ROLLINS-JOFFE PRODUCTIONS
  • Distribuzione: UNITED ARTISTS EUROPA - WARNER HOME VIDEO (GLI SCUDI)

NOTE

- REVISIONE MINISTERO SETTEMBRE 1999.

CRITICA

"Satira della sessuomania, il film alterna brani di sicuro effetto comico ad altri in cui l'umorismo si disperde in divagazioni di poco conto o resta nei limiti della battura più o meno 'fulminante'. (...)" ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 75, 1973)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy