Tutta colpa della musica

ITALIA - 2011
Tutta colpa della musica
Il 50enne Giuseppe è sposato, ha una figlia, ma non si può certo dire che sia felice: sua moglie Grazia è una fervente testimone di Geova, preda del suo radicalismo religioso e da anni ha con lui un rapporto di fredda indifferenza; così come la figlia Chiara, che ha seguito Grazia nella sua infatuazione religiosa. Quando l'amico Napoleone convince Giuseppe a darsi una scrollata e provare a vivere l'esperienza di cantare nel coro della città - una sala in una chiesa sconsacrata, dove i 'ragazzi' della loro generazione possono ancora divertirsi liberamente - l'uomo si fa travolgere dalla nuova vita, arrivando anche a innamorarsi di Elisa. Anche Elisa è sposata ed è molto legata alla sua famiglia, ma la storia d'amore con Giuseppe si rivelerà più coinvolgente e importante di quanto lei stessa potesse aspettarsi. Riusciranno entrambi a mettersi in gioco fino in fondo?
  • Durata: 97'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: 35 MM
  • Produzione: ATTILIO DE RAZZA PER TRAMP LIMITED, IN COLLABORAZIONE CON MEDUSA FILM E SKY
  • Distribuzione: MEDUSA
  • Data uscita 9 Settembre 2011

TRAILER

NOTE

- IN CONCORSO ALLA 68. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2011) NELLA SEZIONE 'CONTROCAMPO ITALIANO'.

CRITICA

"L'amore al momento della terza età (o nelle sue vicinanze). (...) Anche se qua e là si sorride, non ci sono spazi per giocare. Ci sono situazioni seriamente delineate in cui ognuno dei quattro interviene a dire la sua, fra la malinconia e la tenerezza. Con il sostegno di personaggi non solo di sfondo che tendono a far fiorire nel contesto i colori più vivaci: con garbo e misura. I più vividi ce li propongono i quattro protagonisti, Marco Messeri, un pensionato sfiorato con delicatezza dall'amore, Stefania Sandrelli, la sua fiamma (che però lo riscalderà quasi solo da lontano), Ricky Tognazzi, il donnaiolo alla fine pentito, Elena Sofia Ricci, la moglie che lo ritroverà solo all'ultimo, in cifre di quieto dolore. Un quartetto di attori di vaglia, degni di esser proposti anche in musica." (Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 9 settembre 2011)

"Interpretato da un maiuscolo Marco Messeri e da una sempre splendida Stefania Sandrelli, 'Tutta colpa della musica' è diretto da Ricky Tognazzi, regista e attore trai più fortunati e prolifici del panorama italiano, vincitore tra l'altro del David di Donatello come miglior regista per 'Piccoli equivoci', per 'Ultrà', premiato anche con l'Orso d'argento a Berlino, e per 'La Scorta'." (Marco De Rosa, 'Il Giornale', 31 agosto 2011)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy