Totò sceicco

ITALIA - 1951
Il marchesino Gastone, dopo un litigio con l'amante, attrice di rivista, fugge in Africa e s'arruola nella Legione Straniera. La marchesa madre, preoccupata per la sorte del figliolo, ordina al suo maggiordomo, Totò, di recarsi in Africa per star vicino a Gastone. Per un equivoco Totò, invece d'arruolarsi nella Legione Straniera, finisce nelle file dei ribelli marocchini, che lo prendono per il figlio dello sceicco, morto poco tempo prima, e lo nominano sceicco. In tale veste, Totò riesce a salvare la vita a Gastone che, venuto per catturare lo sceicco, resta molto sorpreso nel riconoscere nel presunto capo dei ribelli il proprio maggiordomo. I due riescono a fuggire, ingannando le sentinelle; ma in seguito ad un colpo di sole Gastone impazzisce ed è convinto d'aver catturato veramente il figlio dello sceicco. Esposto al pericolo di esser fucilato dai francesi, Totò viene salvato in extremis da Gastone fortunatamente rinsavito. Attraverso nuove avventure, i due vanno a finire in una città sotterranea, l'antica Atlantide, dove regna Antinea. Dopo esser sfuggiti miracolosamente a nuovi pericoli mortali, Totò, Gastone, la sua amica e Antinea si salvano e fuggono in Europa, mentre la città sotterranea salta per aria.

CAST

NOTE

- IL FILM E' STATO GIRATO NEGLI STABILIMENTI TITANUS.

- DIRETTORE DI PRODUZIONE: MARIANO LAURENTI

CRITICA

"Questo film rialza le sorti dei 'Totò' e dei film comici in generale. Non è un capolavoro, intendiamoci, né - d'altra parte - voleva esserlo. E' un film ben curato, ben dialogato, con diverse trovate divertenti e originali. Lo stesso Totò ci appare abbastanza nuovo (...), ha una certa 'verve' e alcune risorse che si è degnato di mettere fuori". (E. Fecchi, 'Intermezzo', 23, 15 dicembre 1950).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy