Totò contro i 4

ITALIA - 1963
Un commissario scopre al mattino che gli è stata rubata l'automobile. Irritato, comincia la sua giornata di lavoro: deve affrontare un signore che crede di essere tradito dalla moglie e porta a testimone un pappagallo. Poi deve correre da un tale che è stato minacciato da un ricattatore e deve sborsare una forte somma. Un prete gli porta dell'argenteria rubata, senza rivelare il nome del delinquente pentito. Infine, chiamato da un sedicente poliziotto privato in una casa ove si svolgono fatti misteriosi, scopre che il denunciante è un pazzo fuggito dal manicomio e che nella casa sospetta si sta solamente girando un romanzo a fumetti. Al termine della sua faticosa giornata il commissario riesce a smascherare un doganiere disonesto che conduce una vita brillante e caccia dal suo ufficio, buttandolo dalla finestra, il signore che si credeva vittima dell'adulterio della moglie. Infine la notte, travestitosi da donna, arresta il ricattatore, che è un parente del ricattato. Alla fine riesce ad ottenere, con l'ausilio del prete, anche la sua macchina rubata.

CAST

CRITICA

"Una farsetta [...] fra le più corrive che abbia girato l'instancabile Steno". (Leo Pestelli, "La Stampa", 10/3/1963).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy