Ti odio, ti lascio, ti...

The Break-Up

USA - 2006
Ti odio, ti lascio, ti...
Brooke, mercante d'arte, e Gary, guida sui bus turistici di Chicago, non riescono più a vivere insieme sotto lo stesso tetto, ma nessuno dei due ha intenzione di lasciare l'appartamento in cui convivono. Inizia così una estenuante lotta per convincere l'altro ad andarsene, anche con l'aiuto di consigli da parte di amici, parenti ed estranei. Ogni rimedio o tattica non sembra però sortire effetto e i due sono costretti alla convivenza forzata. Tuttavia, tra un dispetto e un litigio, Brooke si rende conto che una speranza per la loro unione forse c'è ancora...
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, ROMANTICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM
  • Produzione: MOSAIC MEDIA GROUP, UNIVERSAL PICTURES
  • Distribuzione: UIP
  • Data uscita 22 Settembre 2006

RECENSIONE

di Marco Spagnoli
Divertente, ma non leggero, perché intriso di una sorprendente dose di realismo, Ti odio, ti lascio, ti... è una sorta di Scene da un matrimonio dei nostri giorni riletto in chiave postmoderna ed adattato alla società di oggi. Un'anticommedia romantica basata sulle esperienze personali del gruppo di attori che la interpreta, in veste anche di sceneggiatori e produttori. Vince Vaughn e Jennifer Aniston portano sullo schermo una coppia che all'indomani di un litigio per futili motivi, si dimostra del tutto incapace di affrontare i propri problemi in maniera adeguata e con il giusto equilibrio, lasciandosi, così, travolgere da un turbine di buoni consigli e cattivi sentimenti elargiti da parte di una folla alquanto eccentrica e sostanzialmente nociva di amici e parenti. In un crescendo di situazioni comiche dal retrogusto amaro, i due si allontanano progressivamente l'uno dall'altra, vedendo scomparire il ricordo dei bei giorni passati tra colorite litigate e discussioni molto animate. Il punto di vista maschile e quello femminile su gioie ed oneri della vita di coppia viene proposto al pubblico in maniera alternata, ma anche lungimirante...

Per saperne di più leggi il numero di ottobre della Rivista del Cinematografo

CRITICA

"Con un bel senso del ritmo e una sceneggiatura ricca di situazioni e battute efficaci, Peyton Reed spia le meschinerie dei separati in casa Jennifer Aniston e Vince Vaughn, tra ripicche e vendette trasversali, gelosie, rispettivi amici schierati su fronti opposti. Anche autore del soggetto e produttore, Vaughn si conferma uno dei migliori attori da commedia attualmente in servizio. La nuova coppia che ha formato (anche nella vita) con Jennifer funziona (almeno sullo schermo) molto bene." (Roberto Nepoti, "la Repubblica", 22 settembre 2006)

"Cucita col filo d'un copione ripetitivo, la coppia litigarella si molla e non farà pace, chiacchiere freudiane da bar nel gioco d'identificazione. Dopo un inizio brillante, il romantic play frena sul brio della Aniston, che studia per diventare Streisand, e del pingue Vaughn. Peyton Reed manovra i gossip dei sentimenti, un mini 'Come eravamo'." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 29 settembre 2006)

"Torna la commedia sessista resa più intrigante dalla contrastante condizione che lega la coppia protagonista nella finzione e nella realtà. (...) Dietro il tono scanzonato e blandamente anticonformista, la commedia vuole invitare a una riflessione più profonda sulla fragilità dello schema tradizionale della coppia felice e sul doloroso percorso di due innamorati che devono prendere atto del disfacimento di una solida relazione. Con un occhio alla classica commedia hollywoodiana a base di scontri sessisti e bisbetiche/bisbetici domati, un attore di straordinaria duttilità e l'ex signora Pitt fanno interagire Gary e Brooke con piacevole disinvoltura." (Alberto Castellano, 'Il Mattino', 23 settembre 2006)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy