THE MISSING

USA - 2003
THE MISSING
Maggie Gilkeson vive con le due figlie, Lily e Dot, in un ranch del New Mexico. Un giorno arriva alla fattoria un indiano che ben presto si rivela essere suo padre, Samuel Jones, che aveva abbandonato la famiglia anni prima per seguire la vita degli Apaches e che Maggie non ha mai perdonato, accusandolo anche della prematura scomparsa della madre. Ma quando Lily viene rapita da un gruppo di efferati assassini, guidati da Pesh Chidin, uno stregone psicopatico, l'unica persona in grado di aiutare Maggie sembra essere proprio l'odiato padre. Maggie, Samuel e la piccola Dot iniziano una frenetica caccia all'uomo con lo scopo di bloccare la banda prima che passi il confine con il Messico...
  • Altri titoli:
    THE LAST RIDE
  • Durata: 137'
  • Colore: C
  • Genere: AZIONE, DRAMMATICO, THRILLER, WESTERN
  • Specifiche tecniche: SUPER 35
  • Tratto da: ROMANZO "THE LAST RIDE" DI THOMAS EIDSON
  • Produzione: BRIAN GRAZER, DANIEL OSTROFF, RON HOWARD, THOMAS EIDSON E SUE BERGER RAMIN PER REVOLUTION STUDIOS, IMAGINE ENTERTAINMENT
  • Distribuzione: COLUMBIA TRISTAR FILMS ITALIA (2004)
  • Data uscita 30 Aprile 2004

NOTE

GIRATO INTERAMENTE IN NEW MEXICO (USA)

CRITICA

"Si tratta di un western del nuovo millennio: simile ai classici del genere nel soggetto, diverso nello sviluppo narrativo, nei personaggi, nel look. (...) 'The Missing' mischia il western con l'horror, mette a cavallo Cate Blanchett, elegantissima nei suoi completi da frontiera, e regala un paio d'ore di emozioni forti. " (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 8 febbraio 2004)

"Sarà una caccia lunga e piena di sorprese, perché Howard simula rigore storico. Ma si concede licenze narrative e colpi bassi; fa dello stregone Pesh-Chidin (nella realtà un pacifico artista di sangue tedesco-eschimese Eric Schveig) un cattivo senza sfumature e a suo modo memorabile; bilancia la ferocia del villain con la saggezza di Tommy Lee Jones e di certi altri indiani, a sua volta vittime del turpe stregone, protogangster in piena regola. E anche senza attribuirgli intenzioni che forse non ha, fra gole e strapiombi, serpenti e frecce incendiarie, magia nera e falchi messaggeri, 'The Missing' è il western più disinvolto e spettacolare degli ultimi anni. Sarebbe ipocrita non ammettere il divertimento. E Howard è di gran lunga più libero e inventivo qui che in film arty come 'A Beatiful Mind'." (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 30 aprile 2004)

"Per il tema, ovvero la vicenda di una ragazza rapita dagli indiani, 'The Missing' richiama 'Sentieri selvaggi' (1956) di John Ford, ma dando della Frontiera un'immagine tragica si riallaccia piuttosto ai western di Anthony Mann. (...) Il film funziona finché non prevale il gusto della spettacolarità a ogni costo. Peccato perché l'imponente prova di Lee Jones sarebbe stata da Oscar; e se la Blanchett sa come prendere il fucile, la piccola Jenna Boyd sfodera un talento prodigioso." (Tullio Kezich, 'Corriere della Sera', 1 maggio 2004)

"Movimentato, truculento, bene ambientato nei brutali paesaggi del New Mexico, da cui emana un continuo senso di minaccia, 'The Missing' comincia bene ma si smarrisce un po' lungo le piste solitarie quando affastella episodi e ripetizioni, nella paura di perdere l'attenzione dello spettatore. Bella e indomita Cate Blanchett, donna del West attentissima agli accostamenti di colori e capace di non abbronzarsi neppure al sole cocente del deserto." (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 30 aprile
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy