Thank You for Smoking

USA - 2005
Thank You for Smoking
Nick Naylor e i suoi amici Polly Bailey e Bobby Jay Bliss, sono i componenti della squadra MDM ('Mercanti di Morte'), poiché tutti e tre lavorano come portavoce o addetti alle pubbliche relazioni per le industrie che realizzano prodotti dannosi come le sigarette, l'alcool e le armi. Nick, infatti, lavora come portavoce per la Big Tobacco ed ha il compito di difendere i diritti dei fumatori e delle aziende che producono le sigarette. Per combattere la battaglia contro i fanatici della salute rappresentati dal senatore Finistirre - che vorrebbe far applicare sui pacchetti di sigarette il simbolo della morte e la parola 'veleno' - Nick partecipa a una serie di talk show e riesce sempre ad avere la meglio sui suoi avversari . Grazie ai suoi successi lavorativi, Nick riceve una ghiotta offerta dal magnate della Big tabacco, il 'Capitano', per ideare nuove strategie di marketing. Entra così in contatto con il miglior agente delle star di Hollywood per pubblicizzare le sigarette nei film, ma una serie di confidenze fatte a registratore spento alla bella reporter Heather Holloway rischieranno di compromettere seriamente sia la carriera di Nick che i rapporti con le persone a lui care.
  • Durata: 92'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:2.35), VIDEO, SONY BETACAM SP CAMERA, SONY T-1 MPEG-4, PANAVISION - DE LUXE
  • Tratto da: romanzo omonimo di Christopher Buckley
  • Produzione: ROOM 9 ENTERTAINMENT, TYFS PRODUCTIONS LLC
  • Distribuzione: LUCKY RED (2006)
  • Data uscita 1 Settembre 2006

RECENSIONE

di Federico Pontiggia
Buckley, una satira spumeggiante e simpatetica su lobbies, politically correct e retorica all'epoca di George W. Bush. Protagonista è Aaron Eckhart, che presta volto wasp e fascino da anchorman a Nick Naylor, portavoce della Big Tobacco, il cartello dei fabbricanti di sigarette. Un'interpretazione, quella di Eckhart, persino superiore al magistrale ritratto di Chad nell'esordio Nella società degli uomini, che crea ottime aspettative per il ruolo di Lee Blanchard ne La Dalia Nera di prossima uscita. Qui il suo Naylor non ha vita facile: difendere i diritti dei produttori di sigarette nella puritana cultura Usa. Ma Naylor è un mago delle relazioni pubbliche: nei talkshow televisivi non conosce avversari, si assicura la protezione del magnate della Big Tobacco (Robert Duvall), affina le strategie di marketing, rintuzza gli attacchi di un senatore proibizionista (Willaim H. Macy, fuori parte) e assolda un super-agente hollywoodiano (Rob Lowe) per promuovere il fumo nei film, dove oggi le bionde sono prerogativa di "psicopatici ed europei". Se sotto i riflettori la fortuna gli arride, il privato non è entusiasmante: divorziato da Jill, cerca di stabilire un rapporto con il figlio Joey (Cameron Bright, già protagonista di Birth - Io sono Sean), trasmettendogli un po' della sua saggezza dialettica. "Il bello di una discussione è che se discuti correttamente non avrai mai torto" recita il suo imperativo morale, condiviso con gli altri due MDM - Mercanti Di Morte: Polly (Maria Bello), portavoce dell'industria degli alcolici, e Bobby Jay (David Koechner), pr della lobby dei produttori di armi. Caduta e redenzione deriveranno dalla commistione tra privato e pubblico. La prima sarà catalizzata da una giornalista - che si vorrebbe spregiudicata, ma Katie Holmes è atona - che carpisce segreti in camera da letto e mette in pagina, mentre la "sanatoria" finale – non buonista, ma sicuramente accomodante - si deve all'influenza di Joey, ovvero a necessità educative. Virata che risistema sul piedistallo valori mandati in fumo e lungamente aspirati da Naylor e accoliti. Pazienza se nuoce gravemente alla salute, negli States neo-con i divieti anti-tabagisti derivano dalla più generale limitazione delle libertà individuali. In Thank You for Smoking in realtà non si fuma: e noi, la accendiamo?  
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy