TERRA STRANIERA

ITALIA - 1953
Un gruppo di emigrati italiani si reca in Francia oltrepassando clandestinamente la frontiera. In Francia gli italiani trovano lavoro in una miniera ed iniziano la loro attività, malgrado le rimostranze dei lavoratori francesi, che scioperano. Il contrasto degli opposti interessi provoca una violenta rissa; ma dopo varie vicende gli animi si placano. Uno dei lavoratori italiani, Stefano, che è dotato di una bella voce, richiama su di sé l'attenzione dell'amante del proprietario e col di lei appoggio viene accolto in una compagnia di riviste e debutta come cantante, lasciando il faticoso lavoro della miniera. Durante lo spettacolo uno scoppio di grisou provoca un disastro, facendo crollare la volta già pericolante di un pozzo. Avutone notizia, Stefano accorre alla miniera e riesce a trarre in salvo alcuni compagni: malgrado il suo eroico intervento, numerosi lavoratori, tra cui alcuni italiani, perdono la vita.

CAST

NOTE

TITOLO IN FRANCIA: TERRE E TRANGERE

CRITICA

"E' un film dilettantistico, con luoghi comuni e ingenuità. La fotografia è discreta". (Anonimo, "Segnalazioni Cinematografiche", Vol. XXXV, 1954).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy