TANGO NUDO

NAKED TANGO

USA - 1990
TANGO NUDO
Su di un piroscafo diretto in Argentina, Stefanie - giovanissima moglie del giudice Torres - durante una serata per scherzo si fa invitare per un tango da un cameriere. Redarguita dal marito e indispettita, lei si reca sul ponte: qui vede una donna lanciarsi in mare e, impulsivamente, ne prende la borsa, il nome e le scarpe lasciando le proprie. Sbarcata sotto il nome di Alba (quello della suicida, una polacca) è attesa da Zico Borenstein e dalla madre di costui, per celebrare il matrimonio concordato in via epistolare con la polacca. Il rito si svolge secondo il rito ebraico, ma ecco che il novello sposo introduce nella camera un viscido orefice per squallide prestazioni. Alba lo pugnala, indi ferisce Zico e troppo tardi capirà di essere caduta in una trappola sordida: falso il matrimonio e falso il rabbino in combutta, ignobili le figure di Zico e della madre al turpe commercio, un bordello di lusso (tutte polacche, a suo tempo irretite). Mentre alcuni amici mafiosi, amici del gioielliere reclamano la consegna dell'assassino, Zico fa conoscere alla disgraziata un celebre danzatore di tango, Cholo, un uomo misterioso, spietato e sempre armato di pugnale - che impone ad Alba un caschetto nero e la fa abbigliare con grande eleganza. Alba lo odia, ma ne subisce il fascino: per Cholo che in fondo non ama che se stesso e il tango, questo è anche più dell'amore e bisogna danzarlo con vera passione per capire e vivere l'amore medesimo. Riuscita a fuggire ed imbattutasi in due agenti, questi, corrotti per natura, riportano Alba a Cholo il quale, assillato da due mafiosi (che ora esigono la consegna della donna, ritenuta l'assassina) li uccide. Intanto Torres si è dato da fare nella ricerca della moglie che ritiene ancora viva. Per una serie di circostanze Alba ridiventa Stefanie (ha una provvida amnesia volontaria) e rientra nella sua fastosa casa riconciliata con il premuroso consorte, ma ecco che proprio qui ricompare Cholo che lei presenta al giudice come maestro di tango. Di nuovo sequestrata è riportata nel consueto "asilo", dove Cholo uccide Zico, mentre vi arriva il giudice che spara alla moglie e a Cholo. I due, ormai morenti, hanno ancora la forza di danzare sanguinanti il loro ultimo tango, sfiorando con i piedi il corpo di Torres, contro il quale Cholo ha fatto a tempo a scagliare il proprio pugnale.
  • Durata: 93'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA A COLORI
  • Produzione: DAVID WEISMAN, MILENA CANONERO
  • Distribuzione: LIFE INTERNATIONAL (1991) - MULTIVISION, VIDEOPIU ENTERTAINMENT (COLLECTION)
  • Vietato 14

NOTE

REVISIONE MINISTERO GENNAIO 1993.

CRITICA

Tango nudo è un film eccessivo, letterario, ridondante. Non che queste caratteristiche siano necessariamente appuntabili come difetti. (Fabio Bo, Il Messaggero).
Originale, divertente, popolare, snob: Tango nudo è uno di quei film che gli spettatori devono difendere dal brutale tritacarne del mercato. (Valerio Caprara, Il Mattino)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy