STREET FIGHTER - SFIDA FINALE

STREET FIGHTER

USA - 1994
STREET FIGHTER - SFIDA FINALE
Nell'immaginaria nazione asiatica di Shadaloo, il generale M. Bison ha preso in ostaggio 63 militari dei caschi blu delle Nazioni alleate, e minaccia di giustiziarli se entro 72 ore non riceverà 20 miliardi di dollari. Infiltrando con una finta evasione 2 lestofanti, abili nel karatè, nella gang del trafficante d'armi Sagat, fornitore di Bison, il colonnello William Guile scopre l'ubicazione del nemico e parte con i suoi militari, nonostante l'opposizione di un funzionario delle Nazioni alleate. Frattanto la giornalista Chun-Li Zang, cui Bison ha ucciso tempo addietro il padre, penetra nel covo del dittatore fingendosi acrobata, ma viene catturata con i suoi due gorilla, Honda e Balrog. Guile, abbandonata la sua avveniristica imbarcazione antiradar, con cui ha eluso le difese del nemico, penetra nella fortezza. Qui incontra Charlie, un collega ed amico usato da Bison per un mostruoso esperimento genetico e, orripilato, vorrebbe ucciderlo, ma Dahlsim lo scienziato responsabile, suo malgrado, nel progetto, lo convince a risparmiarlo. Sostituitosi al mostro, che Bison vuol scatenare contro gli ostaggi, Guile ingaggia una lotta con Bison che, ucciso, si rigenera grazie ad un diabolico macchinario trasformandosi in un robot in grado di volare. Mentre i caschi blu, e lo stesso mostruoso Charlie, affrontano gli uomini del generale, Guile riesce ad eliminare il folle dittatore.
  • Durata: 89'
  • Colore: C
  • Genere: AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: SCOPE
  • Tratto da: ISPIRATO AL VIDEOGIOCO DELLA CAPCOM
  • Produzione: EDWARD R. PRESSMAN, KENZO TSUJIMOTO
  • Distribuzione: COLUMBIA TRISTAR FILM ITALIA - COLUMBIA TRISTAR HOME VIDEO

CRITICA

"Assurdo e frenetico videogame dell'esordiente Steven De Souza, sceneggiatore di buon nome ('Trappola di cristallo'), che con l'ausilio di fantasmagorici effetti speciali esaspera il ritmo tenendo bassissimo il livello di credibilità. E' l'ultima apparizione del già malatissimo portoricano Raoul Julia, costretto ancora una volta a fingersi supercattivo". (Massimo Bertarelli, 'Il giornale', 22 ottobre 2001)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy