SpongeBob il film

The SpongeBob SquarePants Movie

USA - 2004
SpongeBob il film
Nel regno sottomarino di Bikini Bottom, qualcuno ha impunemente rubato la preziosa corona del re Nettuno. Il signor Krabb, il capo della simpatica spugna quadrata SpongeBob, è accusato del furto e l'ira del re Nettuno cade minacciosa su di lui. SpongeBob, convinto della sua innocenza, parte per l'impossibile missione di ritrovare il prezioso simbolo regale e scagionare Krabb.
  • Altri titoli:
    SpongeBob SquarePants
  • Durata: 90'
  • Colore: C
  • Genere: ANIMAZIONE
  • Tratto da: personaggi della omonima serie televisiva creati da Stephen Hillenburg
  • Produzione: NICKELODEON MOVIES, PARAMOUNT PICTURES, UNITED PLANKTON PICTURES
  • Distribuzione: UIP (2005)
  • Data uscita 23 Settembre 2005

RECENSIONE

di Marco Spagnoli
Versione cinematografica della famosa serie televisiva trasmessa da Nickelodeon, Spongebob è un film semplice e - a tratti - esilarante, molto più indirizzato verso un pubblico adulto di quanto si possa pensare. Scritto e diretto da Stephen Hillenburg, ex biologo marino con la passione del disegno e dei cartoni animati, Sponge Bob descrive le avventure di una simpatica spugna e del suo migliore amico (una stella marina) costretti ad una straordinaria serie di fatiche pur di raggiungere il grande sogno di diventare manager del nuovo fast food. Un posto che gli è stato negato per mancanza di maturità e che – a causa di una sequenza di eventi - è diventato l'epicentro per il controllo mentale degli abitanti che vivono i fondali dell'oceano. Riusciranno una piccola spugna e una stella marina a salvare il mare e al tempo stesso a dimostrare di essere "adulti"? Girato parzialmente come una pellicola Disney degli anni Sessanta con scene live action tra cui si distingue l'autoironica partecipazione di David Hasselloff in versione Baywatch, Spongebob nella sua edizione originale annovera la presenza di un coacervo di grandi talenti tra cui Scarlett Johansson e Alec Baldwin. Impregnato di cultura pop, il film ha varie citazioni di musica e atmosfere anni Ottanta con tanto di finale ispirato ai videoclip dell'epoca. Del resto la colonna sonora è molto ‘forte': Motorhead, Wilco, Tom Rothrock e il tema principale è cantato da Avril Lavigne.
 

CRITICA

"'Spongebob - Il film' di Stephen Hillenburg, è un cartone animato tradizionale dalla serie tv mito in Usa ma poco conosciuta da noi. Peccato. Perché le avventure dell'adorabile spugna, sempre affiancata dalla stella marina Patrick, sono di prima qualità grazie a dei surreali fondali marini dai colori psichedelici in cui si guidano macchine a forma di panino. Per recuperare la corona rubata di Re Nettuno, Spongebob e Patrick affronteranno mostri, bounty killer motociclisti (citazione da 'Arizona Junior' dei Coen), ciclopi palombari e David Hasselhoff, sulla cui schiena viaggeranno trionfanti verso casa. E' la seconda volta che la star di 'Supercar' e 'Baywatch' fa se stesso in un film dopo l'ottimo Palle al balzo. Tuffatevi dentro 'Spongebob', il cartone dove è impossibile gettare la spugna." (Francesco Alò, 'Il Messaggero, '23 settembre 2005)

"Lieto fine ma solo per l' intervento dell' umano cameo di David Baywatch Hasselhoff che dà una spinta da Mercoledì da leoni. Giunto sullo schermo dopo i trionfi minorenni in Nickelodeon tv, lo spugnoso e asessuato eroe con mutande a fiori è lo sforzo estremo del surreale in una versione davvero non oltre i 5 anni. Fantasy a forza frenata, sintesi velocissima adatta a un'audience che memorizza per pochi minuti: oltre sarebbe sforzo inutile perché il tutto manca di stile e simpatia." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 23 settembre 2005)

"'SpongeBob SquarePants', il cartoon che dal 1999 tiene inchiodati al piccolo schermo milioni di bambini americani, è diventato un film diretto da creatore della serie Stephen Hillenburg. (...) Il cartoon punta sul tratto elementare, sul look infantile, sui contrasti essenziali e su effetti un po' ingenui, ma il target cinetelevisivo dichiarato giustifica solo in parte la superficialità narrativa e la fragilità espressiva. Sono funzionali comunque al coinvolgimento emotivo dei bambini e all'immaginario infantile preinformatico (le nuove creature tecnologiche) e pregiapponese (i cartoni animati nipponici) l'allegra e simpatica spugna che va a caccia di meduse, la stella marina Patrick, il vecchio e avaro crostaceo Krab, la scoiattolina Sandy, l'irritabile vicino di casa Squidward continuamente disturbato dalle movimentate avventure." (Alberto Castellano, 'Il Mattino', 24 settembre 2005)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy