SPAVALDI E INNAMORATI

ITALIA - 1959
Spartaco e Golia vivono a Roma ed abitano nello stesso palazzo; sono un po' parenti e divisi da frequenti dissidi ai quali partecipano le rispettive famiglie. Spartaco ha due figlioli, Romano e Silvia. La famiglia di Golia si compone della moglie Serafina e del figlio Paolo. L'amore di quest'ultimo per Silvia potrebbe essere un punto d'incontro per le due famiglie; ma l'idillio è osteggiato dall'una e dall'altra parte. In questo mondo di "teddy-boys" e di gioventù bruciata, Romano e Paolo non sono che ... poveri spavaldi. Ciascuno dei due capeggia un gruppo di seguaci e mentre Romano, con qualche amico, si reca spesso all'"estero", cioè in una zona della città lontana da quella in cui abita, per cercarvi passeggere avventure sentimentali; Paolo si dedica al calcio e a Silvia. I due giovani approfittano poi di ogni occasione propizia per giocarsi dei brutti tiri: se Romano lega al camioncino di Paolo il banchetto di una venditrice di uova, quest'ultimo è felice di far fare all'altro un bagno freddo nel Tevere. Ad intensificare i contrasti fra le due famiglie arriva dall'America il solito zio con una figlia da marito, Dorothy. Spartaco e Serafina svolgono sapienti manovre per far sì che il preferito sia il rispettivo rampollo; ma Dorothy s'innamora di Giulio, un loro amico. In seguito ad un equivoco Silvia ritiene che il prescelto sia invece Paolo e credendosi tradita, fugge di casa. Si fanno ricerche che portano tutti in campagna da un vecchio ed arzillo zietto, che dapprima accoglie i parenti a fucilate, ma poi lascia prevalere più umani e benigni sensi, finché tutto s'accomoda nel migliore dei modi...

CAST

NOTE

- TERENCE HILL E' ACCREDITATO CON IL SUO VERO NOME: MARIO GIROTTI.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy