Spara forte, più forte, non capisco

ITALIA - 1966
Spara forte, più forte, non capisco
Alberto, che vive con il vecchio zi' Nicola - uno strano artificiere che da 50 anni, per protesta contro la sorda umanità, si esprime unicamente attraverso botti - in seguito ad un sogno, accusa i Cimmaruta dell'uccisione del camorrista Amitrano. Quando, resosi conto del suo errore, vuole ritirare la denuncia, non viene creduto da nessuno e neppure dagli imputati che si sospettano a vicenda. Ma Alberto, avendo rinchiuso in cantina l'Amitrano catturato occasionalmente, intende chiarire a se stesso e a tutti l'origine onirica delle sue accuse. Ma non ci riuscirà, perché zi' Nicola giunto al colmo dell'esasperazione, incendia i suoi fuochi d'artificio, provocando un rogo nel quale insieme alla casa scompare lui stesso, con il prigioniero. Ad Alberto non rimane che allontanarsi da Napoli in compagnia di Tania, una ragazza incontrata in casa Cimmaruta e come lui nauseata dalla situazione.
  • Altri titoli:
    Shoot Loud, Louder... I Don't Understand
    Dispara fuerte, más fuerte... no lo entiendo
    Shoot Loud, Louder
  • Durata: 100'
  • Colore: C
  • Genere: COMICO, COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA, 35 MM (1:2.35) - EASTMANCOLOR
  • Tratto da: commedia "Le voci di dentro" di Eduardo De Filippo
  • Produzione: PIETRO NOTARIANNI PER MASTER FILM
  • Distribuzione: TITANUS

CRITICA

"Ricavato da una nota commedia, il lavoro appare psicologicamente e dialetticamente basato su alcune sequenze tipicamente impostate secondo schemi teatrali; mentre nel resto, quando tenta di esplicarsi in tecniche propriamente cinematografiche, denunci immaturità, scompensi, reminescenze imitative e carenze di fondo. Nel complesso quindi si tratta di un film che, sia pur contenendo spunti validi, appare mancato." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 62, 1967)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy