SOTTO IL SEGNO DELLO SCORPIONE

ITALIA - 1968
In una non definita epoca preistorica, un folto gruppo di uomini, superstiti di una popolazione isolana distrutta da un'eruzione vulcanica, sbarcano su di un'altra isola ad essi sconosciuta e, avendo perduto la loro unica imbarcazione, vanno alla ricerca di un qualsiasi aiuto. Verso l'interno incontrano un nucleo di famiglie che abitano in costruzioni di pietra molto basse per evitare le conseguenze delle eruzioni del vulcano per il quale hanno già sofferto molti anni prima. I nuovi arrivati, invece di approfittare della barca loro offerta dai residenti, fanno pressioni perché questi lascino l'isola con loro tentando di convincerli dell'assurdità di vivere in quel luogo con il continuo timore del vulcano. Le loro incalzanti argomentazioni ossessivamente proposte riescono a far proseliti fra i giovani, ma gli anziani stanchi di questa persecuzione dialettica, si difendono gettandoli in una profonda fossa. Riavuta la libertà, i fuggiaschi sembrano decisi a partire, ma con l'inganno rapiscono le donne. Allontanatisi dopo una dura battaglia, sbarcano su un continente dove, dopo aver evitato il suicidio collettivo delle donne, iniziano la costruzione di una nuova città.

CAST

NOTE

- PRESENTATO AL XXX FESTIVAL DI VENEZIA (1969).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy