Sono fotogenico

ITALIA, FRANCIA - 1980
Il trentenne Berozzi, fanatico esperto di cinema che vive sul lago di Laveno, si trasferisce a Roma con l'ambizioso obiettivo di diventare ad ogni cosoi attore. Dopo molte esperienze, lezioni e provini, tornerà infine nel paese natio senza aver concluso nulla di buono, adattandosi a lavorare in banca e a sposare la sua fidanzata che lo ha atteso pazientemente. Comunque non smette di parlare di cinema.

CAST

NOTE

- GIRATo IN INTERNI NEGLI STUDI INCIR-DE PAOLIS E IN ESTERNI SUL LAGO MAGGIORE, A ROMA E A HOLLYWOOD.

CRITICA

"Greve, anche se a tratti divertente, commedia di Dino Risi, che ironizza sull'odissea senza fine dei tanti poveracci calati a Cinecittà col miraggio del cinema e puntualmente trombati, peggio dei Verdi alle elezioni. Peccato che macchiette e linguaggio colorito prevalgano su certe gustose annotazioni di costume. Il giovane Renato Pozzetto è grande, Edwige Fenech come il rancio: ottima e abbondante". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 8 aprile 2001)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy