Slalom

ITALIA - 1965
A Natale Lucio Ridolfi, assieme a sua moglie e a una coppia di amici va in vacanza al Sestrière. Per Lucio l'incontro con una bella e misteriosa straniera è causa di una serie di strane avventure che lo coinvolgono suo malgrado in un intricato complotto internazionale. Durante una gita sulla neve viene colpito e stordito e quando poi rinviene si ritrova su un aereo diretto al Cairo con un passaporto intestato a un cittadino straniero e con a fianco una donna che afferma di essere sua moglie. Vane risultano le sue rimostranze presso le autorità locali perché il rapimento e il trasferimento erano stati minuziosamente predisposti dalla FBI. Non avendo altra scelta , Lucio finisce per collaborare con gli agenti americani allo scopo di sventare un colossale piano destinato a far crollare l'economia occidentale attraverso l'immissione di dollari contraffatti. Di avventura in avventura, e sia pure contro voglia, Lucio riesce a portare a compimento la missione. Condotto nuovamente al Sestrière e rientrato nella vita normale, Lucio stesso stenterà a credere alla realtà degli straordinari avvenimenti che ha vissuto così rapidamente.
  • Durata: 108'
  • Colore: C
  • Genere: COMICO, COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: TECHNISCOPE TECHNICOLOR
  • Produzione: MARIO CECCHI GORI PER FAIR FILM (ROMA), LES FILM COCINOR (PARIGI), COPRO FILM (CAIRO)
  • Distribuzione: CINERIZ - COLUMBIA TRISTAR HOME VIDEO, CECCHI GORI HOME VIDEO

NOTE

- ESTERNI GIRATI AL SESTRIERE (TORINO) E AL CAIRO IN EGITTO.

CRITICA

"Nel vasto processo di ridimensionamento del fenomeno Bond, anche Gassman, per mezzo di Salce, è riuscito a scavalcare i termini di un facile sommovimento di mezzi scientifici posti al servizio del crimine (...). "Slalom" può quindi essere considerato come una proposta, come un test per saggiare sul piano sociologico l'entità di un fenomeno così vasto che arrischia di diventare (...) massiccio e massificante (...). Grazie a Salce e alla sua intelligente prova, si è aperto un nuovo filone forse". (Francesco Dorigo, "Cineforum", n. 50, dicembre 1965).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy