Segni particolari: bellissimo

ITALIA - 1983
Mattia, affermato scrittore quarantenne, che abita con la "figlia" Michaela, decide di porre fine a una vita scapestrata di irresistibile quanto involontario libertino rubacuori, dopo una lunga "confessione" a un amico-prete. Mentre per iniziare una vita "regolare" è sul punto di sposare la donna sbagliata, Michaela - che non è la figlia ma una giovane e avvenente vicina di casa, anche lei infatuata dal "bellissimo" - riesce ad aggiudicarsi l'idolo conteso da innumerevoli rivali.

CAST

CRITICA

"Ancora un ruolo di burbero seduttore per Adriano il supermolleggiato. Prima della conversione con tanto di sermoni televisivi, Celentano trovava ancora il tempo di concedersi qualche "distrazione". Ma era tanto distratto da dimenticarsi anche di far ridere." (Francesco Mininni, Magazine italiano tv)

"Commedia sciapa e ripetitiva, moscia nei dialoghi e soltanto qua e là ravvivata da qualche momento ameno. Celentano riesce a rimanere se stesso anche con un insolito personaggio scrittogli addosso dai registi." (Laura e Morando Morandini, Telesette)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy