Schuberth - L'Atelier della Dolce Vita

ITALIA - 2011
Schuberth - L'Atelier della Dolce Vita
La "dolce vita" è stata inventata da Fellini, raccontata da Flaiano e vestita da Schuberth, il sarto delle "dive e delle regine". Nel suo sfavillante atelier di via Condotti s'incontravano tutti i protagonisti del jet-set internazionale, dell'alta società romana e di quella "Hollywood sul Tevere" che proprio tra la metà degli anni 50 e 60 viveva la sua stagione più intensa e frenetica. Personaggio eccentrico, abile propagandista della propria immagine eccessiva, Schuberth era riuscito a fondare uno stile italiano che si staccava finalmente dall'egemonia parigina. Eppure, alla sua morte, nel 1972, il suo magico atelier ne seguì in breve la sorte. Una parabola fulgida ma veloce, inconsueta nel mondo della moda dove una griffe lascia sempre degli eredi. Per raccontarlo, attraverso decine d'interviste e un fiume di immagini d'epoca che comprendono le "persecuzioni mediatiche" riservate dai cinegiornali al personaggio Schuberth, i testimoni dell'epoca e i giovani che di Schuberth hanno imparato la grande lezione di stile e d'immagine.
  • Durata: 37'
  • Colore: C
  • Genere: DOCUMENTARIO
  • Specifiche tecniche: 35MM, DIGITAL BETACAM PAL, DCP
  • Produzione: ANTONELLO SARNO E GIORGIO VENTURINI PER FUTURA, LUCIANO SOVENA PER CINECITTÀ LUCE, CLAUDIO TRIONFERA PER MEDUSA FILM, TIZIANA ROCCA PER AGNUS DEI TIZIANA ROCCA PRODUCTIONS

NOTE

- PRESENTATO ALLA 68. MOSTRA INTERAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2011) NELLA SEZIONE 'CONTROCAMPO ITALIANO'.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy