SANTA LUCIA LUNTANA...

ITALIA - 1951
Francesco, ex combattente, tornato a Napoli, va in traccia dell' Avv. Michele Amari, suo ex ufficiale, cui ha salvato la vita. Michele, che vive con una zia ed una ragazza che suo padre ha raccolto, Luisa, l'accoglie cordialmente e gli dà del lavoro. Francesco guiderà il motoscafo, messo a disposizione di certi brasiliani, i coniugi Fernandez. A dir la verità, Juan Fernandez è un losco affarista, contrabbandiere di stupefacenti, e Michele è il suo complice. Ma Francesco non ne sa nulla e si limita a portar in giro la bella signora Fernandez, che ne fa il suo amante, benché egli ami, riamato, Luisa. Una notte Juan e Michele, inseguiti dai finanzieri, gettano un carico di stupefacenti nel motoscafo affidato a Francesco. Questi, benché innocente, è creduto un contrabbandiere: Michele lo fa fuggire in Brasile. A Rio de Janeiro Francesco ripiglia la tresca con Anna Fernandez e diventa il direttore del locale notturno di Juan. Conosciuto Domingo Esposito, il padre di Luisa, l'esorta a strappare Luisa a Michele. Domingo, accecato in una rissa, torna a Napoli con Francesco. Luisa, che ha sposato Michele, avendo appreso le sue malefatte l'abbandona. Michele s'offre, travestito, al tiro dei sicari, ch'aspettano al varco Francesco. Luisa sposerà Francesco.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy