SANGUE DI NOMADI

ITALIA - 1950
SANGUE DI NOMADI
Sergio, artista di circo equestre, accusato ingiustamente di furto dai suoi colleghi, viene processato ed assolto. Ritornato al circo, trova ostili i compagni di lavoro; soltanto Myrka, la acrobata, l'accoglie con simpatia. Tra i due divampa ben presto la passione, ma le circostanze non sono favorevoli agli amanti. Fiamma, sorellastra di Myrka e direttrice del circo, decide infatti di trasferirsi con la troupe a Firenze, sia per allontanare Sergio, sia per sottrarsi ad una situazione economica preoccupante. Sergio però segue la troupe, nascosto nel carrozzone dell'amante. Scoperto ed impegnato in un furibondo pugilato, l'intervento di Fiamma lo salva da guai peggiori. Poiché Myrka per tre mesi non potrà lavorare. Fiamma ingaggia Sergio come cavallerizzo. Egli diviene ben presto l'amante della direttrice: quando Myrka ritorna al lavoro, s'accorge della tresca. La sera, durante un difficile esercizio, l'acrobata, incapace di dominare i suoi nervi, cade in malo modo. Essa è ormai ridotta all'impotenza. Fiamma, pentita del male fatto alla sorella, vorrebbe in qualche modo riparare: ma Sergio non pensa affatto a Myrka e vorrebbe sposare Fiamma. Durante un convegno sul fiume, Sergio vuol abbracciare per forza l'amante, che non esita a pugnalarlo, poi stretta al suo cadavere, s'annega.
  • Altri titoli:
    VENDETTA DI ZINGARA
  • Durata: 96'
  • Genere: DRAMMATICO, AVVENTURA
  • Produzione: TIPO FILM
  • Distribuzione: TIPO FILM (REGIONALE)

NOTE

IL FILM HA CIRCOLATO QUASI ESCLUSIVAMENTE IN LOCALI DI PERIFERIA.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy