San Pasquale Baylonne protettore delle donne

ITALIA - 1976
San Pasquale Baylonne protettore delle donne
Giuseppe Cicerchia, separato dalla moglie Iolanda, noto alla polizia per una serie di piccoli reati connessi con i mezzucci di cui si serve per vivere, si è impiantato da tempo nel montano paese di Busolone dove, basandosi sulla dabbenaggine dei paesani, funge da mago-intermediario con un presunto S. Pasquale nel cui nome prescrive ricette amorose alle donne in un modo o nell'altro insoddisfatte. Tra le sue funzioni c'è anche quella di soddisfarle di persona. Suoi nemici sono: il concorrente Mago di Bagnacavallo, rappresentante di S. Costantino I, che finisce sfracellato al suolo durante un'esibizione di lievitazione dal campanile, e Don Gervasio, il parroco dei paesello. Sarà costui, servendosi di un cognato attore e della sua compagnia di baccanti a inscenare delle beffe che costringono il "Femminario" - soprannome del Cicerchia - a fare atto di penitenza pubblica e a esulare con il Muto e con l'indemoniata.
  • Altri titoli:
    Sex for Sale
  • Durata: 100'
  • Colore: C
  • Genere: GROTTESCO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA - EASTMANCOLOR
  • Produzione: GIANNI HECHT LUCARI PER FLAG CIN.CA
  • Distribuzione: TITANUS

NOTE

- LA REVISIONE MINISTERIALE DEL 12 MARZO 2010 HA ELIMINATO IL DIVIETO AI MINORI DI 14 ANNI.

CRITICA

"Il film, farsaccia paesana ispirata alle peggiori commedie picaresche italiane, è una collana di episodietti tutti caratterizzati dalla platealità delle invenzioni, dalla trivialità dei dialoghi e delle scene, dalla irriverenza religiosa." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 80, 1976)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy