Roxanne

USA - 1987
Roxanne
C.D. Bales, pompiere-capo di Nelson, una modesta località sciistica del Nordamerica, amante della cultura e della poesia, è infastidito per la deformità del suo naso, sul quale non ammette scherzi. Quando arriva nella cittadina la giovane e bella astronoma Roxanne Kowalski, Bales se ne innamora. Ma la ragazza è attratta da Chris, un aiutante pompiere, che fa parte della pittoresca e maldestra squadra di Bales e confida il proprio interesse per il giovane proprio al capo-pompiere, che le ispira stima e fiducia. Pur di esprimere in qualche modo la propria passione per Roxanne, Bales si presta al ruolo di consigliere dell'impacciato e timido Chris, fino al punto di scrivere per lui lettere d'amore e a parlarle a suo nome dal buio del giardino sottostante, con accenti teneri e poetici. Così Chris e Roxanne si avvicinano e Bales realizza quella che era stata la disperata aspirazione del romantico cavaliere Cyrano de Bergerac: "Tu sarai la mia bellezza, io sarò la tua anima". Ma quando Roxanne scoprirà il vero autore delle lettere, riuscirà ad andare oltre l'aspetto fisico?
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: SCOPE, 35 MM (2.35:1), PANAVISION
  • Tratto da: ispirato al testo teatrale "Cyrano de Bergerac" di Edmond Rostand
  • Produzione: DANIEL MELNICK, MICHAEL RACHMIL PER COLUMBIA PICTURES, INDIEPROD COMPANY PRODUCTIONS, L.A. FILMS
  • Distribuzione: COLUMBIA PICTURES ITALIA (1987) - COLUMBIA TRISTAR HOME VIDEO.

CRITICA

"Gradevole trasposizione in chiave moderna del classico 'Cyrano de Bergerac'. Questo film di Schepisi, pur lontano dalle finezze e dalla complessità romantica dell'epoca originale, ne ripropone, fra divertito e nostalgico, il tema di fondo, riuscendo forse a scalfire la superficialità e il pragmatismo di certo spettatore moderno con la complicità di trovate comiche abbastanza divertenti e della recitazione, tra l'umorismo e la malinconia, di Steve Martin". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 104, 1988).

"Prima volta di Cyrano in versione moderna. La regia è affidata all'australiano Fred Schepisi. C'è coraggio nel suo cimento ma anche un errore di calcolo: è davvero pretendere troppo voler far ridere e commuovere".(Laura e Morando Morandini, 'Telesette').

"Una rielaborazione in forma di commedia del 'Cyrano' di Rostand. Alcune trovate brillanti non riescono a nascondere la verità: Schepisi non ha niente a che vedere con la commedia, e Steve Martin pretende più di quanto può". (Francesco Mininni, 'Magazine Italiano tv')
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy