RITORNO ALL'ALBA

RETOUR A L'AUBE

FRANCIA - 1938
La giovane moglie del capostazione di una cittadina ungherese deve recarsi a Budapest per assistere all'apertura del testamento di una sua zia, che le ha lasciato una piccola eredità. Il marito non può accompagnarla e la ragazza si trova sola per la prima volta nella grande città. Un conoscente la invita a visitare Budapest ed ella finisce per perdere il treno. In possesso dei quattromila pengo che ha ereditato, la giovane cede facilmente alle lusinghe del suo improvvisato accompagnatore e, dopo aver acquistato un ricco abito da sera, si reca con lui in un locale notturno. Presto lo spumante bevuto e la novità della situazione la pongono in un pericoloso stato di ebbrezza, durante il quale inconsapevolmente facilita la fuga di un ladro internazionale inseguito dalla polizia. Arrestata però con lui, è sottoposta ad un torturante interrogatorio, perché sospettata sua complice. Soltanto all'alba può dimostrare la propria innocenza e riprendere finalmente il treno per ritornare dal marito che l'attende angosciato.
  • Durata: 90'
  • Colore: B/N
  • Tratto da: ROMANZO DI VICKI BAUM
  • Produzione: JOSEPH BERCHOLZ/A. DODRUMEZ
  • Distribuzione: ENIC

NOTE

LIRICHE: ANDRE' HORNEZ.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy