Quills - La penna dello scandalo

Quills

USA - 2000
Quills - La penna dello scandalo
Il marchese de Sade viene rinchiuso in manicomio perchè Napoleone vuole sbarazzarsi di un personaggio così ingombrante. Nella Parigi del 1807 solo la sua amante Madeleine va spesso a fargli visita ed è lei che porta fuori dal carcere i suoi ultimi scritti. Un sacerdote che entra in contatto con lei verrà così a conoscenza della pericolosità delle sue idee.
  • Durata: 124'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Produzione: FOX SEARCHLIGHT PICTURES - HOLLYWOOD PARTNERS - INDUSTRY ENTERTAINMENT - WALRUS & ASSOCIATES
  • Distribuzione: 20TH CENTURY FOX
  • Riedizione 2^ EDIZIONE (2003)
  • Vietato 14

NOTE

- CANDIDATO ALL'OSCAR 2001 PER MIGLIOR ATTORE (GEOFFREY RUSH), MIGLIOR SCENOGRAFIA (MARTIN CHILDS E GILL QUERTIER), MIGLIORI COSTUMI (JACQUELINE WEST).

- LA REVISIONE MINISTERIALE A OTT. 2003 HA RIDOTTO IL DIVIETO DA 18 A 14 ANNI.

CRITICA

"Se il regista americano è tutt'altro che nuovo a storie sessualmente forti, qui la detenzione di Sade al manicomio di Charenton diventa un'allegoria del diritto a esprimersi, e della sua brutale repressione. (...) Cupo e sulfureo, fotografato in mezze luci, un pezzo di teatro della crudeltà con un grande Geoffey Rush, una commovente Kate Winslet e un satanico Michael Caine". (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 11 febbraio 2001)

"Fantasticheria storico-poetica sul marchese de Sade. Che nella commedia di Doug Wright portata sullo schermo da Philip Kaufman diventa un paladino della libertà di pensiero, un martire della scrittura, un uomo pronto a usare il suo stesso sangue - e altro - pur di non tarpare il suo genio creativo. Michael Caine si diverte a fare il medico pre-positivista tutto repressione e tecnologia. Kate Winslet presta il suo rigoglio alle serva affascinata dal Divino Marchese. Il titolo 'Quills', significa penne, nel senso di penne d'oca". (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 2 marzo 2001)

"Pur dotato di un po' di morboso fascino, 'Quills' è opprimente e non facile da seguire; ma gli si devono riconoscere diverse qualità, a partire dall'interpretazione genialmente sregolata di Rush. Il film esce vietato ai minori di 18 anni". (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 3 marzo 2001)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy