Qua la zampa!

A Dog's Purpose

USA - 2017
1,5/5
Qua la zampa!
Storia di Bailey, un cucciolo di cane saggio e divertente che tra mille avventure e tanti proprietari conduce un viaggio incantato alla ricerca del senso della vita, dell'amore e della lealtà, superando il velo sottile che separa animali ed esseri umani.
  • Altri titoli:
    Mes vies de chien
    Bailey - Ein Freund fürs Leben
  • Durata: 100'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: RED EPIC DRAGON, REDCODE RAW, HAWK SCOPE, D-CINEMA (1:2.35)
  • Tratto da: romanzo " Dalla parte di Bailey - Qua la zampa!" di W. Bruce Cameron (ed. Giunti)
  • Produzione: AMBLIN ENTERTAINMENT, RELIANCE ENTERTAINMENT, WALDEN MEDIA, PARIAH PRODUCTION
  • Distribuzione: EAGLE PICTURES
  • Data uscita 19 Gennaio 2017

TRAILER

RECENSIONE

di Nico Parente

Lasse Hallstrom, già regista del fortunato Hachiko, torna a dirigere un film con al centro il più fedele amico dell’uomo. Diversamente dal titolo precedente, in Qua la zampa! a interpretare Bailey, cane protagonista del romanzo di W. Bruce Cameron (da cui il film), sono più amici a 4 zampe che si alternano, in differenti ambienti e archi temporali.

Come nel romanzo, anche nel film la storia di Bailey la si vive attraverso la soggettiva di un cane capace di reincarnarsi e di vivere esperienze diverse al fianco prima di un affettuoso bambino, poi di un  poliziotto, per poi tornare, dopo un triste periodo presso una disagiata giovane coppia, dal suo primo padrone: Ethan (Dennis Quaid nel ruolo dell’adulto). Se nella versione statunitense a prestare la voce al tenero Bailey è Josh Gad, in quella italiana troviamo Gerry Scotti. Le differenti e fedeli ricostruzioni storiche, assieme a una versatile fotografia per ciascun periodo vissuto dal cane, rimangono certamente i punti di forza di un film dall’esile e per niente originale trama, che mescola al suo interno un po’ tutti gli stereotipi canini (Beethoven, Rex, Tequila e, ovviamente, Hachiko).

I dialoghi e la soggettiva di Bailey peccano di prevedibilità e leggerezza, diretta conseguenza di una sceneggiatura piatta che non rende merito al soggetto di partenza. Bravi gli interpreti, seppur impegnati in ruoli non particolarmente impegnativi e stereotipati. Un film che diverte i più piccoli, ma che non ricorda quasi per niente la toccante parentesi con protagonista il cane di razza Akita.

NOTE

- NELLA VERSIONE ORIGINALE LA VOCE DI BAILEY E' DI JOSH GAD; IN QUELLA ITALIANA E' DI JERRY SCOTTI.

- OIPA È PARTNER DEL FILM: ANDANDO A VEDERE IL FILM SI CONTRIBUIRÀ ALLA CAUSA, SOSTENUTA DALL'ASSOCIAZIONE, DELLA LOTTA AL RANDAGISMO IN ITALIA.

CRITICA

"(...) nuova cinepica canina dello svedese Hallström, che con lo strappalacrime 'Hachiko' (2009) ci ha preso gusto. Meno lacrimoso (anche se i fazzoletti in tasca servono) e lirico del precedente, 'Qua lo zompa!' ha il sapore di una fiaba esistenzial-zoofila dai buoni sentimenti americani conditi dall'originalità orientale fornita dalla trasmigrazione d'anima. Ça va sans dire, più per cinofili che per cinefili." (Anna Maria Pasetti, 'Il Fatto Quotidiano', 19 gennaio 2017)

"(...) il film, facendo leva sulla tenerezza, prova a spiegare il legame, unico e profondo, tra l'uomo e il suo cane."(Maurizio Acerbi, 'Il Giornale', 19 gennaio 2017)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy