Psychedelic

ITALIA - 2020
Psychedelic
Paul è un attore in crisi, lasciato dalla moglie, contestato dal figlio, stanco di una vita dalla quale non trova risposte ed a cui cerca più volte di porre fine, quale grottesco tentativo di dare a tutti i costi un finale alla sua inconclusa opera teatrale. Attratto dai sentimenti e dall'arte più che dai bisogni ordinari, ha delle continue visioni psichedeliche che rendono complessa la sua quotidianità. È accompagnato nel suo viaggio esistenziale da Mario, l'amico produttore teatrale, ironico e dal cuore dolce. Nella casa, che è anche un vero teatro simbolico, fa presto ritorno Ernesto, il figlio di Paul, un giovane sassofonista ribelle che frequenta una Chiesa aperta agli ultimi, ai diversi, guidata da Padre Carlo, figura alternativa ai crismi ecclesiastici. Padre Carlo, pur nella sua fede profonda, è combattuto dalla doppiezza quasi inevitabile al genere umano. A distanza si muove la vita del padre di Paul e nonno di Ernesto, Francesco, gravemente malato, e ritiratosi in una vecchia casa sul mare. Francesco non parla più con nessuno, se non attraverso i messaggi vocali lasciati negli auricolari di suo nipote. Tutti, in modo differente, cercano di tenere unite queste esistenze frammentate e protese verso una dimensione legata all'immaginazione e alla ricerca di un altrove.
  • Durata: 103'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Produzione: FRANCESCO COSCO, GIADA RIZZUTO, RACHEL GREENWOOD PER MILK PICTURES

NOTE

- EVENTO SPECIALE ALLA XVIII EDIZIONE DI 'ALICE NELLA CITTÀ' (2020), SEZIONE AUTONOMA E PARALLELA DELLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy