Prime

USA - 2005
Prime
Rafi ha 37 anni e sta cercando di superare il fallimento del suo matrimonio grazie anche all'aiuto della dottoressa Lisa Metzger, la sua terapista. Quando incontra David, un giovane pittore ebreo amante dell'hip-hop, scatta la scintilla e Rafi s'innamora di nuovo. La passione tra i due è molto forte e tutto andrebbe bene se non fosse che David ha 14 anni meno di Rafi ed è il figlio di Lisa...
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, ROMANTICO
  • Produzione: PRIME FILM PRODUCTIONS LLC, STRATUS FILM CO., TEAM TODD, STRATUS FILMS, UNIVERSAL PICTURES, YOUNGER THAN YOU
  • Distribuzione: EAGLE PICTURES (2006)
  • Data uscita 10 Febbraio 2006

TRAILER

RECENSIONE

di Luca Pellegrini

Prime: fondamentale, nella vita, è l’amore. Prime: quello che si cerca è di prima qualità. Prime: lo si vorrebbe vivere nelle condizioni migliori. Prime: è un film sull’amore, la sua necessità, le piccole illusioni e le grandi delusioni. I ricordi e le paure. La passione e l’abbandono. E’ una deliziosa e delicata commedia, quella di Ben Younger, ambientata nella molto movimentata e colorata Manhattan multiculturale e sapida, rappresentata da una terapista ebrea che ha come paziente una cristiana wasp impegnata come produttrice fotografica nel mondo glamour della moda. Tra loro, l’oggetto fondamentale di un reciproco e diverso amore e desiderio: David, ventitreenne figlio della prima e amante della seconda, che di anni ne ha ben trentasette. Giulietta e Romeo metropolitani: la matura signora e l’affascinante giovane. Ma su binari diversi che spingono in diverse direzioni le loro vite. Meryl Streep è, come sempre, un’attrice di gran classe che infonde humor nel personaggio grazie ai suoi piccoli tic ed insicurezze, quelli che una psicologa non dovrebbe proprio infondere alle clienti. Uma Thurman ha accettato di fare la fotografa: e anche lei, come elenco – nel film s’intende – di piccole cadute e piccolissime riprese, ne ha riempiti volumi e scaffali. David è sincero, non portato ai compromessi, irresponsabile quanto basta per la sua età. E si pone nel turbine imbarazzato e imbarazzante delle due donne, che non si aggrediscono per educazione ma si temono per necessità. Ritmato e divertente, aiutato dall’ottima musica di Ryan Shore, Prime non esprime falsità: l’amarezza del finale è quella “giusta”, quella che spesso ci offre la vita.

CRITICA

"'Prime' di Ben Younger fa tornare il desiderio di andare a vedere le commedie americane. Diretto con mano sicura, ma soprattutto ben scritto, il film non è mai banale. Le interpretazioni di Meryl Streep e Uma Thurman sono impeccabili e i dialoghi fra le due donne strappano più risate dei film concepiti come comici." (Roberta Bottari, 'Il Messaggero', 10 febbraio 2006)

"Anche Meryl Streep - dovendo fare i conti con l'anagrafe - si sta calando spesso nei ruoli di mamma. E in 'Prime' dimostra come una grande attrice sappia affrontare nuove esperienze con la classe e lo spessore necessari per andare oltre i confini del copione. La Streep si muove sullo sfondo di quella Manhattan coprotagonista dell'omonimo film di Woody Allen nel quale recitò. Il regista e sceneggiatore Ben Younger è anche lui un newyorchese doc e questa commedia romantica condivide con Allen la radice ebrea della protagonista e la presenza della psicoanalisi. (...) La commedia aggiunge ben poco al repertorio delle rivalità femminili e delle gelosie familiari. Ma Younger mescola con abilità un sarcasmo poco alleniano sul sesso e sulla psicoanalisi e l'umorismo jiddish e la Streep e Uma Thurman duettano alla grande tra equivoci e menzogne, malizie e ingenuità." (Alberto Castellano, 'Il Mattino', 11 febbraio 2006)

"Un tocco nuovayorkese da primo Woody Allen (galeotto è un cinema d'essai che offre un doppio Antonioni) per la commedia di Ben Younger sulle sorprese edipiche d'amore, media sceneggiatura ma il duello di dame resta sulla carta. Vince il carino, l'aria scanzonata e banale di una storia impossibile come tante." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 10 febbraio 2006)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy